Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 maggio 2017

Spettacoli

Chiudi

08.05.2017

L'Arca incontra Feydeau
e Alberto Trevisan
è motore dell'azione

Alessandra Agosti

VICENZA

Le commedie di Georges Feydeau sono un’arma a doppio taglio: invincibile se la si sa maneggiare con perizia; rischiosa se non si è sicuri e lesti nel manovrarla.

Frizzanti, piccantini al punto giusto, capaci di mettere alla berlina tra le risate i vizi della società di un tempo, ma che possono essere anche i vizi della società contemporanea, i lavori dell’autore parigino (1862-1921) hanno nel ritmo incalzante il “quid” vincente.

Lo sa bene il giovane Alberto Trevisan, che per la seconda volta dirige il gruppo Arca; ma per l’occasione – dopo la sola regia in “Cesare e Cleopatra” di George Bernard Shaw – mettendosi in gioco anche come attore, per “La palla al piede”, visto al debutto l’altra sera al Teatro Ca’ Balbi: una scelta intelligente, la sua, che ha posto la propria esperienza quale asse portante e motore dell’azione di un cast generoso, pur se non del tutto omogeneo nella resa complessiva dello spettacolo; almeno per ora, s’intende, perché le premesse sembrano esserci per trovare la quadratura di una commedia che promette di regalare divertimento, ma anche qualità recitativa.

In una scena spostata da Parigi alla New York del 1935, è Trevisan a reggere buona parte del gioco, interpretando con abilità Pietro Vanzetti, playboy desideroso di sistemarsi con l’ereditiera Viviane, ma incapace di staccarsi dalla ricca amante, la cantante Clara. Il finale? Del tutto a sorpresa.

Da regista, Trevisan esalta la parte musicale del “vaudeville” di Feydeau, con musicisti a vista (Fabrizio Zancan, Fabio Ferrante e Andrea Merlo) e coreografie di Elena Borgo. Vestiti dagli eleganti costumi di Elisa Fracasso, gli attori propongono già alcune prove convincenti, tra le quali quelle di Tiziana Rossi (Clara), Marta Tealdo (Viviane), Giuliana Salati (madre di Viviane) e Gabriele Cogo (lo spasimante messicano di Clara).

Spassosi il cameriere di Daniel Presinger, la sorella di Clara resa da Elisa Fracasso, il traduttore di Mauro Farsura e il compositore di Mirko Saccozza. Completano il cast Eugenio Berti (regista di Clara), Patrizia Scotton (istitutrice), Rita Pellizzari (signora con alitosi), Samia Zarantonello (cameriera di Viviane) e Carla Guzzo (amica di Clara). Per tutti, applausi affettuosi.

AGOSTIA
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo