Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 settembre 2017

Spettacoli

Chiudi

27.08.2017

In scena
a Montecchio
le fatiche
dei “priari”

“La vita del priaro” a Montecchio
“La vita del priaro” a Montecchio

MONTECCHIO MAGGIORE

La Pro Loco Alte Montecchio presenta il secondo appuntamento con “La vita del priaro”, spettacolo teatrale in programma oggi alle 16 ( con repliche alle 17 e 18)alle Priare di Montecchio Maggiore (via Castelli 4 Martiri), il complesso di cave sotterranee tra i Castelli di Giulietta e Romeo.

Lo spettacolo, a cura della Pro con Ensemble Teatro, Azienda Peotta Armando, con la memoria storica di Renzo Peotta e i testi di Ensemble Teatro e Fabiola Gozzi, racconta la vita del Priaro, il duro lavoro in cava, la polvere e il rumore, il sudore e la fatica, le canzoni stonate, la rabbia e la fame che caratterizzavano tutti gli uomini che lavoravano nelle cave.

Tante ore di lavoro per avere il pane da sfamare le numerose famiglie di un tempo. E poi le attrezzature di un tempo: il carro per trasportare le pietre oppure gli amici per andare all’osteria.

Uno spaccato di un’esistenza segnata dalla fatica, dalla polvere che impregnava i polmoni e dalla miseria di molte famiglie.

Dopo lo spettacolo il pubblico avrà la possibilità di visitare il complesso delle Priare con gli accompagnatori della Pro Loco e di ammirare anche le fotografie storiche nella mostra allestita all’interno del complesso ipogeo, nonché gli utensili utilizzati in passato dai Priari e messi a disposizione dalla Ditta Armando Peotta di Altavilla Vicentina. L’ingresso è libero.

Lo spettacolo fa parte della rassegna Estate d’Eventi, creata dal Cmune con Arteven.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo