Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

28.08.2018

cuCufestival internazionale anche nel 2019

Un momento di uno degli spettacoli andati in scena al cuCufestival
Un momento di uno degli spettacoli andati in scena al cuCufestival

ROANA Bilancio più che positivo per il cuCufestival di Roana, che ha proposto quattro giorni di spettacoli coinvolgenti e originali. La manifestazione, sostenuta dal Comune di Roana e con la direzione artistica di Marco Caldiron, dell’associazione culturale Carichi Sospesi di Padova, ha ospitato undici artisti di livello internazionale, che hanno deliziato il numeroso pubblico con spettacoli itineranti in sei location dell’Altopiano dei Sette Comuni, da Treschè Conca al PalaCiclamino di Cesuna, da Piazza San Marco a Canove a Camporovere, fino al Parco Selvart di Mezzaselva e Piazza Santa Giustina a Roana. «Il Festival - spiega Andrea Valente, dell’ufficio Cultura del Comune - viene proposto in questo periodo, alla fine dell’estate, per una specifica strategia che intende promuovere la destagionalizzazione turistica e che permette di prolungare la permanenza o addirittura di richiamare per l'occasione i turisti in Altopiano». Obiettivo raggiunto dal Festival Internazionale di Arte di Strada che, nonostante il meteo non sempre favorevole, ha registrato una notevole partecipazione, al punto che è stata confermata la nona edizione del 2019. Tra gli artisti ospiti del festival, il collettivo artistico spagnolo Odé Zulé con un omaggio alle musiche folkloristiche spagnole e la compagnia Clap Clap Circo, composta dall’uruguaiana Irene Carrer e dall’argentino Joaquin Caride, con spettacolo di circo-teatro a base di giocoleria, magia e hula hoop. Presenti, dalla Svizzera, anche la compagnia Compagnia Baccalà, vincitrice di 12 premi internazionali con lo spettacolo Pss Pss, e la compagnia greca Antamapantahou con The strings of music. Sempre dall’Europa, una delle compagnie di punta del circo contemporaneo inglese, Lost in Translation Circus e dalla Francia la Compagnie Les Têtes Bêches, in prima assoluta in Italia. Oltre all’italiano Mario Levis con il pluripremiato Hanger? e lo spettacolo di fuoco degli IgniFeri, interessanti anche la performance di Lea Legrand con La Chute e lo spettacolo di acrobatica dei Witty Look, direttamente dal Giappone. Apprezzata novità la suggestiva performance del Silence Teatre, con uno spettacolo itinerante nel bosco, al tramonto, nella suggestiva località di Selvart. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo