Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 novembre 2018

Spettacoli

Chiudi

06.06.2018

Feste Rock 2018: il Riviera Folk apre col botto

Filippo Bordignon VICENZA Si avvicina l’estate e tornano le tradizionali feste rock. Si comincia come da tradizione con il Riviera Folk Festival, giunto alla 19a edizione, dal 7 al 10 giugno in via Orlando a Vicenza, in quartiere di Santa Croce Bigolina. Quattro giorni all’insegna della buona musica, del buon cibo e del relax che accompagneranno le prime calde sere estive. Domani si parte alle 19 con il dj set de La Giò che scalderà i primi avventori in attesa dei grandi ospiti nel main stage e cioè i Cacao Mental. Tra gli ultimi nati della scuderia La Tempesta, i Cacao Mental porteranno, a partire dalle 22, ritmi latinoamericani e contaminazioni da tutto il mondo per un mix esplosivo fra elettronica, tradizione afro-peruviana e psichedelia. In una parola: “Cumbia”! Venerdì 8, oltre a essere l’esordio in diretta streaming alle Feste Rock di Vicenza per la web radio locale Radio Zonkie, sarà la serata con i primi ospiti internazionali dell’anno e cioè i britannici Heymoonshaker. Si tratta di un duo (ovvero Andy Balcon e Dave Crowe, ex buskers) che propone un blues trionfatore nei club di mezzo mondo grazie alla formula voce, chitarra e beatbox. Aprirà, in orario aperitivo, presso il soppalco dell’Osteria all’Albera Morta, le selezioni musicali di Dj Perez. Alle 21 salirà sul palco principale la giovane band indie folk bergamasca Hobos in Dust, seguiranno gli Heymoonskaker alle 22.30 Sabato 9 si comincia alle 17 con Breeoze Dj, ormai la colonna sonora local del festival, fino al concerto aperitivo al centro del Parco: tra un bicchiere di spritz o una pinta di birra ascolteremo i vicentini Don Blues & the Sinners. Dopo cena sarà la volta del cantautore torinese Buzzy Lao che mischia blues, reggae e folk con la sua chitarra e un timbro di voce molto originale. L’ospite principale è l’inglese Will Varley (22.30). Accompagnato dalla sua band egli delizierà il pubblico con un indie folk cantautorale, fresco dell’uscita dell’album “Spirit of Minnie”, per il quale si avvale della collaborazione del produttore Cameron McVey (già con Massive Attack e Portishead). Per la giornata di domenica ad aprire le danze sarà un raffinato swing manouche in area aperitivo con i Miky Prontera Gipsy Trio, salvo poi alzare decisamente i bpm: il dj set di Franky Suleman farà assiepare il pubblico sotto il main stage scaldandolo per i britannici The Correspondents (ore 22) e dunque il cantante Mr Bruce e il produttore Chucks. Entrambi cresciuti nel sud di Londra, si sono formati nel 2007 e nel giro di due anni hanno coniato il loro genere ad “alto contenuto di ottani” mescolando la musica dance con l’elettroswing, l’hip hop e la drum ‘n’ bass, esibendosi dalle feste in casa ai palchi dei festival di tutta Europa. Come ogni edizione del Riviera Folk che si rispetti niente è lasciato al caso, soprattutto la scelta enogastronomica. Il Calderone, ovvero l’area cucina, offre dai primi piatti locali allo street food più amato come succulenti panini, patatine e l’ormai classico “frito de strada”. L’Osteria all’Albera Morta propone numerosi vini del territorio, senza dimenticare le birre ai Gazeebos. Lo stand “Casa degli elfi”, come ricorda la simbologia del festival, vi aspetta infine, dal 7 al 10 giugno, sotto le fronde degli alberi, sotto il palco, tra la gente, seduti al tavolo addentando dei bigoli al tastasale o brindando a un’altra estate in arrivo dal bancone di uno stand. Ingresso gratuito. •

BORDIGNONF
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo