18 febbraio 2019

Spettacoli

Chiudi

27.09.2018

L’occhio dei registi sui Ferrovieri

La serie di case su due-tre piani è una delle caratteristiche distintive del quartiere dei Ferrovieri, erano state costruite per le maestranze e ora ospitano numerose famiglieI registi vincitori del bando: Carlo Tartivita, Chiara Faggionato e Davide Crudetti
La serie di case su due-tre piani è una delle caratteristiche distintive del quartiere dei Ferrovieri, erano state costruite per le maestranze e ora ospitano numerose famiglieI registi vincitori del bando: Carlo Tartivita, Chiara Faggionato e Davide Crudetti

Enzo Pancera VICENZA Il Working Title Film Festival è una meritoria istituzione vicentina che nei pressi del 1° maggio offre una rassegna interessante di film e video che si occupano di lavoro. Nel 2018 si è svolta la terza edizione al Ridotto del Teatro comunale e ora viene alla ribalta Working Title Film Festival@Ferrovieri, emanazione che merita attenzione. Il progetto elaborato dal Wtff ha vinto il bando Sillumina Periferie urbane 2017, sostenuto da Siae e Ministero per i beni e attività culturali, e si è trasformato in un ulteriore bando per selezionare tre registi, sotto i 35 anni, che gireranno altrettanti documentari (15'-30') sul quartiere vicentino dei Ferrovieri nel corso di una residenza artistica tra ottobre e dicembre. Il quartiere reca nel nome il mondo del lavoro: si è sviluppato circa un secolo fa attorno all’arsenale ferroviario. Da allora le cose sono cambiate ma il tessuto urbanistico è ancora caratterizzato dalle case per le maestranze, a 2-3 piani, che sono state ristrutturate e ospitano famiglie. Ci sono poi zone abitative più recenti, negli anni ’90 si è aggiunto il parco Retrone. Per cogliere questa multiforme realtà - mutamenti non sempre positivi ma anche invidiabili nicchie di quiete - Working Title Film Festival@Ferrovieri ha predisposto tre incontri tra cineasti e abitanti, senza limiti. Sabato 6 ottobre (15-19) “Il quartiere e il lavoro”, ospite “attiva” la Cgil nella sede di via Vaccari 128, una delle arterie più trafficate del quartiere. Si parla delle Officine grandi riparazioni (oggi vi soggiornano i Frecciarossa), dell’ex Pettinatura Lanerossi, delle acciaierie in zona industriale, delle 150 ore-Scuola del lunedì, della Camera del lavoro. Sabato 13 ottobre “Il quartiere e la terra” (Bocciodromo, via Rossi 198, 15-19), con giovani dei Ferrovieri e Legambiente Vicenza. L’argomento: Parco Retrone, orti urbani, Mercato genuino, villa Giordan, agricoltura sociale e spazi verdi. Sabato 27 ottobre “Esplorazione urbana”: dal Bocciodromo (9-13) parte una sgambata full immersion nei luoghi più significativi del quartiere con l’assistenza del gruppo Vaghe Stelle-EQuiStiamo. Gli incontri sono occasioni indispensabili: per i registi a caccia di storie, volti, scorci che saranno il fulcro dei loro film; per gli abitanti che possono mettersi nella salutare situazione di vedersi dal di fuori, recuperare memorie, gestire interrogativi. Magari facendo riaffiorare la funzione del Settebello, efficiente sala cinematografica di periferia, ora sala da ballo (a metà dei ’60 ospitò qualche puntata della teletrasmissione Giovani, ideata dal mitico Giampaolo Cresci, per una sorta di tele-cineforum che scandagliava fermenti pre-68ini nei giovani vicentini). I registi vincitori del bando, a cui andranno mille euro a testa, sono stati selezionati dalla direttrice artistica del Wtff Marina Resta: Carlo Tartivita, 34enne messinese laureato in sociologia a Trento, diplomato documentarista alla milanese Scuola di cinema e televisione Luchino Visconti; Chiara Faggionato, 28enne di Sovizzo: Cinema all’università di Roma Tre, Arti visive allo Iuav di Venezia, Scuola di fotogiornalismo Isfci di Roma; Davide Crudetti, 27enne di Latina laureato al Dams di Bologna, corso base di regia del Csc di Roma, esperienze madrilene, dal 2016 in quota ZaLab. I lavori dei tre saranno proiettati a gennaio 2019, in una piccola rassegna con altri corto-mediometraggi su realtà del territorio italiano. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Enzo Pancera
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo