Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

20.01.2018

Auschwitz, il bimbo nell’inferno

Suzy Zail racconta il commovente tentativo di restare bambini nell’inferno di Auschwitz. Alexander Altmann ha solo 14 anni quando viene prelevato insieme alla famiglia dalla fattoria in cui vive, in Ungheria, per la deportazione. Qui ogni giorno è costretto ad assistere a umiliazioni, violenze e prepotenze atroci. Sa bene che ora per sopravvivere dovrà essere duro, soprattutto nel cuore. «Devo diventare più forte», si era detto. «No, non più forte. Temprato. Insensibile». Tristemente abituato all’orrore del campo, un giorno, Alexander riceve inaspettatamente un nuovo motivo di speranza. Gli viene, infatti, affidato il compito di domare il cavallo del comandante di Auschwitz. Un’occasione che potrebbe determinare il suo destino: se riuscirà a superare la diffidenza dell’animale e a condurlo al passo forse guadagnerà il rispetto dei suoi carcerieri, in caso contrario, qualora fallisse, sarà la morte per entrambi. In occasione della celebrazione del Giorno della memoria, che si celebra il 27 gennaio, il romanzo «Il bambino di Auschwitz» è in vendita in edicola con L’Arena a 9,90 euro più il prezzo del quotidiano. Un libro che dà voce al commovente tentativo di restare bambini nell’inferno di un campo di concentramento, scritto dalla mano di Suzy Zail, autrice che, dopo aver raccontato la storia del padre, un sopravvissuto all’Olocausto, torna ad affrontare con delicatezza e allo stesso tempo estremo realismo il tema della Shoah. Come riporta in nota la scrittrice stessa, «Il bambino di Auschwitz» è ispirato ad una storia vera, quella di Fred Steiner, uomo conosciuto nel 2012 in occasione di una conferenza a Melburne. Molto di ciò che accade al protagonista del libro è successo anche a Fred. «Il bambino di Auschwitz» racconta l’Olocausto dando voce ai pensieri, alle speranze e alle sofferenze di un ragazzino costretto a crescere per restare in vita. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1