Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 novembre 2018

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

02.11.2016

«A porta Santa Croce quei ponteggi sono eterni»

A seguito di una mia lettera al Giornale di Vicenza del 10 gennaio 2014 con la quale lamentavo i ponteggi lasciati da più di due anni sulla Porta di Santa Croce (costo 11 euro per metro quadrato al giorno), l’assessore Cristina Balbi mi rispondeva sempre con sua lettera al GdV del giorno successivo che i ponteggi erano stati lasciati a protezione dei pedoni per evitare eventuali distacchi dalla Porta stessa e che con i 100 mila euro del fondi Prusst entro l’anno 2014 (sic!) “al termine degli imminenti lavori di consolidamento, saranno eliminati tutti i ponteggi consentendo quindi a vicentini e turisti di poter finalmente ammirare Porta Santa Croce riqualificata e senza impalcature”.

Questo quanto promesso per iscritto. A metà del 2015 sono finalmente iniziati i lavori di pulizia e consolidamento e di smontaggio dei ponteggi però gli stessi sono stati sostituiti da una tavola sulla porta di accesso pedonale, da reti in plastica rossa e da segnaletica che impedisce ai pedoni di passare all’interno della Porta stessa.

Normalmente ciò starebbe a significare che sono sorti ulteriori problemi di staticità e che sussiste un pericolo per i pedoni i quali, comunque, in molti evitano di passare sul marciapiede lato fiume ed entrano per la porta la quale, oltre ad essere attualmente ulteriormente deturpata da tavole, reti, segnaletica e cartelli di “inizio lavori” è tuttora, dal lato ingresso da viale Mazzini tuttora sporca e piena di piante rampicanti. Restano naturalmente in piedi i ruderi della casetta addossata al torrione e coperta da teli che, col tempo, sono diventati un vero obbrobrio… e siamo alla fine del 2016!

Teniamo presente che Porta di Santa Croce è la seconda porta per importanza, dopo Porta Castello, di Vicenza e dopo due anni dalla promessa dell’assessore si trova ancora in queste condizioni! È questa la cura urbana?

Antonio Zamunaro

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1