sabato, 17 novembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

25.10.2018

Le tenebre

Desiree assomiglia a Pamela. Ragazze di periferia perdute nelle metropoli. La movida assordante, la droga facile, il sesso facile, indotto dallo sballo, quindi inconsapevole. Pamela fu drogata, violentata da un uomo, uccisa, fatta in pezzi, chiusa in un trolley e buttata nella spazzatura. Desiree è stata drogata, violentata da un branco, picchiata, uccisa e poi le hanno messo una coperta in faccia. La ragazza che le stava accanto urlava che era morta, allora le hanno dato altra droga per farla tacere. È successo a San Lorenzo, a Roma. In una casa occupata, in una città, in un paese occupati dall’illegalità, dalla vigliaccheria di chi non interviene per falso buonismo, dalla prepotenza di pochi che contano sul fatto che chi dovrebbe combatterli ha troppi scheletri nell’armadio per farlo. Come spiegare altrimenti che si sia potuto occupare per anni un gioiello come il Teatro Valle? Sarebbe facile prendersela con la politica, la famiglia, la scuola. Ma sbagliato. Perché Desiree aveva 16 anni, 16 anni, 16 anni, 16 anni, 16 anni e dobbiamo ripeterli fino allo sfinimento quel nome e quell’età, e a 16 anni non è possibile, neppure in guerra, in nessun tempo e in nessun luogo, che una ragazzina venga annientata, sventrata con questa furia, questa violenza, questa infamia di uomini che non possono essere chiamati bestie e di bestie che, se ci son uomini così, hanno tutto il diritto d’azzannarli. Questa è la punizione più atroce, oggi. Sapere che in mezzo alle gambe gli innominabili hanno la stessa cosa che ho io. Sapere che io e loro abbiamo una cosa in comune. Per quanto drogate, folli, sballate, un gruppo di donne non farebbe mai una cosa del genere a un ragazzino. Noi sì. Non è una questione di forza. È una questione di tenebre. •

di GIANCARLO MARINELLI
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1