lunedì, 24 settembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.08.2018

Il prestigiatore

È già Juve-Napoli. Lo scudetto è roba loro. La Juve è più forte: tiene Dybala e Cuadrado in panca e Cristiano Ronaldo in campo che corre per tre e soprattutto se ne porta sempre via tre dalla difesa avversaria, favorendo gli inserimenti dei compagni che segnano al posto suo. Occhio a tenere i riflettori puntati solo sul portoghese. Come nei trucchi di magia: il prestigiatore ti fa guardare dalla parte sbagliata, e in quella giusta mette il coniglio che poi spunta dal cilindro. In questo, Allegri è bravissimo. Tutti ad acchiappare Ronaldo, e intanto Cancelo e Bernardeschi fan quello che vogliono. Sta succedendo questo nella testa degli avversari: “Perdere contro la Juve ci sta. L’importante è che non segni Ronaldo”. Max continua però a sbagliare dietro: con i due centrali Bonucci e Chiellini, ancora titolari (quasi) inamovibili. La vittoria contro il Chievo e la pochezza offensiva della Lazio nascondono per ora una falla difensiva pericolosa, soprattutto in chiave Champions. Come per Buffon, per Marchisio. Urge svecchiare. Un errore cedere Caldara. Un orrore tener fuori Rugani. Il Napoli di Ancelotti soccombe dove Sarri si sarebbe imposto. Ma recupera dove Sarri sarebbe crollato. Carletto sta a questo Napoli come Capello al Milan nel dopo Sacchi. Ha la gatta Hamsik da pelare, ma pelerà di sicuro anche qualche trofeo. Roma è l’incognita; come Milan e Inter. Nel senso che dobbiamo ancora capire chi tra Gattuso e Spalletti salterà per primo. Noi diciamo Luciano. E diciamo, prima del panettone, Conte. P. S.: Dopo il pezzo di lunedì scorso, i soliti ignoti han appiccicato alla mia porta il poster di CR7. Sono rimasto chiuso in casa per ore pur di non mostrarlo a mio figlio. Sequestro di persona. La Procura di Agrigento sta indagando. •

di GIANCARLO MARINELLI
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1