venerdì, 22 marzo 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

09.12.2018

Divisi e scontenti

I cazzotti del 4 marzo rimbombano ancora nelle teste del centrosinistra. Al momento, il primo partito di opposizione più che a fare opposizione è impegnato a scavarsi dentro, piatto forte della casa. Minniti che si ritira dalla corsa congressuale, Renzi con le valigie pronte, Delrio che dice che non lo seguirà, renziani che sussurrano che, fermi tutti, forse Renzi si ricandiderà. Tutti a chiedersi (da fuori) chi starà con chi, e a scervellarsi (da dentro) da che parte è meglio stare per cascare in piedi. Si accettano scommesse: meglio il Pd senza Renzi o Renzi senza il Pd? In attesa di capire se si materializzerà la sesta scissione in 11 anni (più che un partito, un Lego), qualche numero può aiutare i naviganti. Un’indagine di Demos, fatta a luglio, ha chiesto agli italiani di esprimere, tra diverse parole, quali suscitano un sentimento positivo (voto 7 o più). Concetti come lavoro, internet, democrazia, oppure nomi di partiti o di leader politici. Comanda la classifica la “famiglia” (siamo in Italia, no?) con l’85%. In vetta, di politici o partiti non c’è traccia. I più in voga, Salvini e Di Maio, viaggiano al 39 e 37%. I loro partiti stanno messi un po’ peggio, 33 e 32, ma sorridono rispetto ad altri. E qui scatta la competizione tra Pd e Renzi. Chi tira di più? Il partito batte l’ex premier: 17 a 12. Peggio di Renzi? Solo Forza Italia. Come in ogni dibattito della sinistra, a questo punto, scatta la domanda: che fare? C’è chi, in uno slancio futurista, propone di candidare al congresso Pamela Anderson, la maggiorata che ha messo al bando Salvini. Altri, più pratici, potrebbero ispirarsi al sondaggio Demos per trovare il leader. Ce n’è uno, in effetti, che vola al 72%, si chiama Francesco, sta a un tiro di schioppo dal Nazareno, solo che è impegnato: fa il Papa. •

di MARCO SCORZATO
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1