giovedì, 29 giugno 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

05.11.2013

"Falde vicentine a rischio inquinamento"
Interrogazione alla giunta regionale

Una canaletta dell'acquedotto
Una canaletta dell'acquedotto

VENEZIA. Con una interrogazione alla Giunta veneta il consigliere regionale Pietrangelo Pettenò (Federazione Sinistra veneta) chiede l’intervento di Arpav per monitorare le falde acquifere del Veneto, e in particolare del Vicentino, per attivare da subito un piano di bonifica prima che la situazione diventi irrecuperabile. Pettenò aveva già dato l’allarme nel luglio scorso denunciando l’inquinamento di alcuni corsi d’acqua vicentini causato dagli scarichi della ditta Miteni spa di Trissino, risultati a forte concentrazione di perfluorati alchilici, sostanza altamente inquinante.
«Negli Stati Uniti - avverte Pettenò - i perfluorati alchilici sono inseriti nella lista delle sostanze cancerogene per animali e uomini, sono inclusi nella lista degli inquinanti ambientali persistenti della Convenzione di Stoccolma, assieme alla diossina, al Ddt e ad altre sostanze che dovrebbero essere eliminate immediatamente dall’ambiente». «Chiedo al governo veneto, quindi - prosegue Pettenò - quali azioni intende intraprendere in via precauzionale nei confronti della società Miteni, e dell’assetto proprietario pregresso e attuale dell’azienda, e di altri possibili responsabili dell’inquinamento, affinchè venga rimossa la causa e si proceda alla bonifica in base al principio dettato dalle norme europee secondo cui chi inquina paga».
Nell’interrogazione l’esponente della Sinistra veneta sollecita inoltre la diffusione, in modo completo e trasparente, dei dati del monitoraggio su qualità dell’aria, dell’acqua e del suolo, in modo che sia possibile verificare la correlazione tra i casi di linfomi e leucemie con l’inquinamento atmosferico e da falda per le varie fasce d’età della popolazione.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Un sacerdote benedice le fedi durante l'unione civile tra due donne in comune a Schio. Siete d'accordo?
ok

Sport

Racconti d'Estate

VIAGGI

ANIMALI & CO