sabato, 23 settembre 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

30.06.2012

Sì ad un gestore unico per l'acqua dell'Ovest

La sede di Medio Chiampo che si vuol integrare con Acque Chiampo
La sede di Medio Chiampo che si vuol integrare con Acque Chiampo

Integrare le due società di gestione dell'acqua della valle del Chiampo per ottimizzare i servizi e risparmiare sui costi. Nel corso della riunione di ieri pomeriggio nella sede del municipio di Arzignano, l'assemblea dell'Ato ha approvato il documento programmatico che contiene la volontà di intraprendere un percorso con l'obiettivo finale di un gestore unico. Poche righe votate all'unanimità dai sindaci dei 13 Comuni che compongono l'Ato per mettere nero su bianco che le due società per azioni a capitale pubblico Acque del Chiampo e Medio Chiampo entro un tempo congruo dovranno diventare una sola. «Finalmente è stata presa piena coscienza da parte di tutti gli attori delle difficoltà operative legate alla gestione del servizio del ciclo delle acque e della loro depurazione - spiega il presidente dell'Ato e sindaco di Arzignano Giorgio Gentilin -. Si è deciso di intraprendere all'unanimità un giusto percorso per giungere a una soluzione unitaria». L'atto di indirizzo approvato prevede la volontà politica di arrivare all'obiettivo finale e fissa la data entro cui compiere il primo passo. «Entro il 31 dicembre - annuncia Gentilin - l'Ato darà affidamento a una società multidisciplinare di procedere ad effettuare un'analisi delle due società sotto il profilo patrimoniale, finanziario, strutturale e delle risorse umane, alla luce degli ultimi bilanci». «Con l'anno nuovo, invece, si darà il via alla fase dell'integrazione che porterà al gestore unico» aggiunge Gentilin. I benefici che ne deriverebbero sono previsti in termini di maggior contenimento dei costi generati dalle economie di scala, dall'evitare ulteriori aumenti sulle bollette dell'acqua per le famiglie e dei canoni di depurazione per le imprese. E non ultimo la possibilità di resistere meglio alla liberalizzazione del settore con l'apertura alla concorrenza di nuovi competitor. Il documento presentato da Giorgio Gentilin in assemblea è stato redatto nell'imminenza della riunione di ieri, frutto di un lavoro proceduto fino all'ultimo e concluso a poche ore dall'inizio dell'incontro, per cui diversi sindaci sono stai messi al corrente soltanto poco prima. Ciò nonostante è stata ampia la soddisfazione di tutti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Guarda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Salvini: «Con me al governo, mani libere alla polizia». Questa frase cosa ti suscita?
Matteo Salvini
ok

Sport

Racconti d'Estate

VIAGGI

ANIMALI & CO