martedì, 11 dicembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

07.10.2013

Rievocata la battaglia di Motta quando vinsero gli spagnoli

Il corteo della Rievocazione della battaglia di 500 anni fa. S.P.
Il corteo della Rievocazione della battaglia di 500 anni fa. S.P.

La comunità di Costabissara rivive le gesta della storica Battaglia di Motta. Cinquecento anni fa, nel territorio compreso tra Vicenza, Creazzo e Costabissara si consumò uno scontro campale tra le milizie della Serenissima Repubblica di Venezia e le truppe del regno di Spagna. Era il 7 ottobre 1513 quando l'esercito veneziano guidato da Bartolomeo D'Alviano cercò di ostacolare la ritirata degli spagnoli comandati dal generale della Lega di Cambrai Ramon de Cardona. La battaglia si concluse con la sconfitta delle truppe veneziane. In occasione dell'anniversario il Comune, in collaborazione con la Pro Loco e altre associazioni locali, ha organizzato una spettacolare rievocazione storica. Il programma dell'iniziativa prevedeva una serie di eventi susseguitisi nel corso della settimana e divisi in due momenti: una parte teorica, dedicata alla storia del confronto in armi, che ha visto una grande partecipazione di pubblico durante la conferenza tenuta da Elena Filippi, docente dell'università di Alfter in Germania; ed una parte pratica composta dalla rievocazione con oltre 150 figuranti in costume. Centinaia di persone hanno assistito al corteo che ha animato il centro del paese fino all'accampamento ricreato nel parco dell'Amicizia in via De Gasperi a Motta. Falconieri, sbandieratori, dame e schermidori di sette compagnie d'arme provenienti da tutto il Veneto hanno contribuito a ricreare fedelmente l'atmosfera medievale. La manifestazione ha raggiunto il suo apice con la cerimonia di inaugurazione del cippo commemorativo che rievoca le gesta della battaglia. «Nel 500° anniversario - afferma il sindaco di Costabissara Maria Cristina Franco - celebriamo questo fatto con la rievocazione. A memoria di quanto avvenuto nel nostro territorio inauguriamo, grazie al contributo della Regione e della Confartigianato di Vicenza, questo cippo affinché vengano ricordate, con un segno tangibile, le gesta dei soldati che si batterono sugli argini del torrente Orolo». Presente alla cerimonia anche il consigliere regionale Costantino Toniolo. «Oggi è una giornata significativa in cui vengono ricordate le nostre radici. Ringrazio l'amministrazione di Costabissara per aver proposto la rievocazione». Nel pomeriggio il parco dell'Amicizia è stato animato dai colpi di spada dei figuranti che si davano battaglia indossando i costumi delle milizie venete e spagnole, mentre all'interno del "PalaMotta" si poteva ammirare il plastico, curato dal "Circolo di Pietra", che raffigurava le fasi salienti della battaglia con centinaia di soldatini dipinti a mano.

Sara Panizzon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il ministro Bussetti chiederà agli insegnanti di dare meno compiti per Natale. Sei d'accordo?
ok

Avvenimenti 2018

Amici di Noè

Sport

VIAGGI