giovedì, 16 agosto 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

01.05.2011

Progettati in città i prodotti "verdi" ecosostenibili


 Pier Angelo Biga presenta il Centro di ricerca industriale
Pier Angelo Biga presenta il Centro di ricerca industriale

Schio sarà l'incubatrice delle "industrie verdi", per sostenere la realizzazione di innovativi prodotti in un'ottica di sostenibilità ambientale.
Presentato ieri mattina all'ex lanificio Conte, il Centro internazionale di ricerca industriale per la produzione eco-sostenibile. È il primo in Italia , tra i primi in Europa, e verrà costituito dall'Icm industrial, società di ricerca industriale che ha sottoscritto un protocollo d'intesa con l'Amministrazione comunale scledense. Si tratta di un progetto che si basa su know-how gestionale e tecnologico, su piattaforme di servizio consolidate in tutto il mondo. Il piano industriale prevede ricavi, diretti e indiretti, cumulati in cinque anni, di oltre dodici milioni di euro. Previsto anche un organico di oltre cinquanta persone.
L'obiettivo è quindi, anche quello di incentivare l'occupazione e la domanda di servizi industriali di tipo innovativo, capaci di competere nell'ambito di un panorama economico che si è evoluto. Per stare al passo con i tempi, ma soprattutto per aumentare l'attrattiva del territorio per investimenti industriali.
Ieri mattina, alla presentazione del maestoso progetto economico era presente Pier Angelo Biga, presidente e amministratore delegato di Icm Industrial che metterà a disposizione delle piccole e medie imprese servizi e tecnologie necessari per l'adeguamento dei loro prodotti, servizi e sistemi industriali ad una condizione di crescente sostenibilità.
«Seguiremo il percorso del prodotto - ha spiegato con orgoglio Biga - dalla fase della progettazione fino allo smaltimento e possibile riciclo. Che si tratti della creazione ex novo di un prodotto o dell'adeguamento dello stesso. Si tratta di un percorso che è ormai, improrogabile soprattutto per le imprese inserite nelle filiere industriali internazionali di un certo livello, dove i clienti richiedono sempre più sostenibilità certificata. Oltre a prodotti al passo con i tempi e quindi innovativi. A questo si aggiunge per le imprese, - ha concluso l'Amministratore delegato dell'Icm - la necessita di risparmio di costi energetici e la risposta alla domanda da parte delle istituzioni di compatibilità con le norme ambientali»
Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Luigi Dalla Via, che ha creduto fortemente in un progetto, del quale si era fatto cenno esattamente un anno fa, in occasione della scorsa edizione del festival delle Città impresa.
«È motivo di grande orgoglio presentare un progetto così ambizioso, a un anno dalla sua idea. In questi mesi – ha spiegato il primo cittadino – è stato eseguito un accurato studio sul territorio, al termine del quale è stata confermata Schio come base logistica del centro che sarà il nostro fiore all'occhiello. Una scelta mirata, dato il sostrato industriale della nostra città, ma anche per la sensibilità alle tematiche sullo sviluppo sostenibile».© RIPRODUZIONE RISERVATA

Natalia Bandiera
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Chi è il personaggio "vicentino" di luglio?
ok

Avvenimenti 2018

Sport

VIAGGI