Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 novembre 2018

Economia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

29.03.2015

Conflitto di convenienza

CONFLITTO DI CONVENIENZA
CONFLITTO DI CONVENIENZA

Lo Stato sta approfittando, opportunamente, delle condizioni straordinariamente favorevoli presenti nei mercati finanziari per piazzare nuovi prodotti e per cavalcare l'onda ascensionale della Borsa cercando di quotare a piazza Affari altre società pubbliche. Resta da capire se queste offerte siano convenienti anche per il risparmiatore, alla disperata ricerca di nuovi lidi per i propri soldini.
TASSI D'INTERESSE. Il Quantitative easing di Mario Draghi proseguirà fino a tutto il 2016 e sarebbe quindi logico attendersi che, almeno per i prossimi due anni, i tassi d'interesse restino rasoterra, quando non addirittura sotto terra. Motivo per cui potrebbe essere piuttosto pericoloso, per esempio, imbarcarsi nell'avventura del nuovo Btp a 8 anni che il Tesoro offirà da lunedì 13 a giovedì 16 aprile. L'interesse di allungare la scadenza da 6 a 8 anni è comprensibile nell'ottica di uno Stato che vuole piazzare un titolo a (basso) tasso fisso e ammorbidire così il costo del debito. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Marino Smiderle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1