venerdì, 04 settembre 2015
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

06.09.2012

Dopo la nuotata in piscina
trovano gli armadietti “ripuliti”

I ladri hanno forzato nove armadietti dello spogliatoi. COLORFOTO
I ladri hanno forzato nove armadietti dello spogliatoi. COLORFOTO
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Vicenza. Sono rimasti in mutande, nel vero senso della parola. Qualcuno, mentre nuotavano in piscina, è riuscito ad aprire i loro armadietti: si è portato via non soltanto soldi e cellulari, ma anche jeans, magliette e abbigliamento sportivo e le vittime non hanno potuto fare altro che tornare a casa in costume e accappatoio.  È stato comunque un colpo decisamente strano, visto che sono stati rubati alcuni capi di scarso valore mentre è stata “snobbata” un'auto, nonostante fosse a portata di mano. Non solo: dopo aver ripulito gli armadietti i ladri hanno pure trovato il tempo di richiuderli tutti a chiave, lasciando lo spogliatoio in perfetto ordine come non fosse successo niente. Il furto è stato messo a segno martedì pomeriggio alle piscine coperte di viale Ferrarin. Difficile stabilire il momento esatto, dato che nessuno si è accorto di nulla se non quando era ormai troppo tardi. Di sicuro, comunque, tutto è avvenuto nel lasso di tempo tra le 18.30 e le 19.30. È stato allora che un ragazzo, tornato negli spogliatoi dopo la nuotata, si è accorto che il suo armadietto era stato aperto e ha dato l'allarme. Non era l'unico: altri otto erano stati forzati e ripuliti. A quel punto non è rimasto che procedere con l'inventario di quanto era stato rubato: almeno tre telefoni cellulari, qualche centinaio di euro in contanti ragranellati da più portafogli, jeans e tute da ginnastica tanto che un paio di sportivi, dopo aver denunciato il colpo alla polizia, sono stati costretti a tornare a casa in accappatoio.  Un ragazzo, trovando l'armadietto ripulito, si è subito precipitato nel parcheggio temendo che i ladri gli avessero portato via anche l'auto, dato che il mazzo di chiavi era sparito. Stranamente, invece, questa è stata risparmiata e non perché non l'avessero trovata. La vettura era stata aperta. Dopo aver controllato ovunque ed essersi resi conto che non c'era niente da rubare l'avevano lasciata nel parcheggio, con le chiavi abbandonate sul sedile. «È stato un furto ben organizzato - ha spiegato Paolo Gecchelin, presidente delle Piscine di Vicenza -. Chi ha agito sapeva il fatto suo e non ha trascurato nulla, altrimenti non si spiegherebbe perché nessuno si sia accorto di nulla e perché, in pochi minuti, siano stati ripuliti ben nove armadietti. I ladri devono essere stati inoltre ben attrezzati. sono arrivati con tutti gli strumenti per riuscire a forzare rapidamente le serrature».  «Non si era mai verificato un episodio simile - ha aggiunto il presidente che ieri ha voluto donare ai clienti dei buoni omaggio come “risarcimento simbolico” per la perdita subìta -. Abbiamo delle cassette di sicurezza proprio di fronte alle casse dove è possibile riporre gli oggetti di valore inoltre, grazie al sistema dei tornelli, riusciamo ad impedire che gli intrusi si infilino negli spogliatoi. Infine c'è il personale che vigila.Personale che, però, non può ovviamente controllare ogni singolo punto delle piscine. Cerchiamo in tutti i modi di evitare che si verifichino furti. Con le telecamere questo episodio non sarebbe mai successo ma la legge vieta di installarle negli spogliatoi».  © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudia Milani Vicenzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

IL GIALLO DELL'ESTATE

IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
Flagellum Dei
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO

VICENZA SEGNALA

Asiago, Natale e rifuti
VICENZA SEGNALA

SCUOLA

VIAGGI

CIBO E VINO

Il fondo del carciofo è servito con gnocchetti di patata del Monte Faldo, accompagnato da speck e da lampon
Vicenza di Gusto
Una “tartare” di orata con i pistacchi
Vicenza di Gusto
Lo scamone di Black Angus è stato accompagnato dall’Amarone della Cantina Zenato
Vicenza di Gusto

Sport

Spettacoli

ANIMALI & CO

Queen cerca casa
Cerco casa
Carlo cerca casa
Cerco casa
Blacky
Cerco casa

Il meteo

Vicenza

Agenda

Feste
Caradium Fest Edizione 2015
Anche quest'anno l'amministrazione comunale ...
Feste
71esimo Anniversario Della Battaglia Di Granezza
Domenica 6 settembre 2015 Granezza - Monte Corno. ...
Cultura
Sugli spalti del castello degli Ezzelini
Sulle tracce degli Ezzelini per provare ad evocare ...

Viaggio in redazione

Facebook

Twitter