Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 aprile 2018

Cultura

Chiudi

12.12.2017

LA SCOPERTA DELLO SPAZIO

Il modulo di comando dell’ApolloLa rivista “Life” sullo space walkLa Stazione spaziale internazionale (ISS)
Il modulo di comando dell’ApolloLa rivista “Life” sullo space walkLa Stazione spaziale internazionale (ISS)

Trecento pezzi originali per raccontare la storia delle conquiste spaziali. A Milano, zona Lambrate, allo Spazio Ventura XV fino al 4 marzo 2018, è aperta la mostra “NASA. A Human Adventure” - con un bel libro catalogo Skira - che sta girando per il mondo dal 2011 a raccontare quali sono state le idee e le applicazioni tecnologiche che hanno consentito all’uomo di arrivare fino alla Luna e di sognare oltre. E’ nei ricordi di moltissimi adulti la notte del 20-21 luglio 1969 quando davanti alla Tv 20 milioni di persone - la diretta Rai fu commentata da Tito Stagno, Ruggero Orlando, Andrea Barbato e Gianni Bisiach - seguirono l’allunaggio dell’Apollo 11 e la passeggiata di Neil Armstrong e Buzz Aldrin. Dopo quella notte niente fu come prima, anche a livello internazionale e nei rapporti “freddi“ tra Usa e Urss. Le imprese degli astronauti hanno accompagnato trent’anni di “corsa” allo spazio, in cui anche gli italiani hanno avuto un ruolo importante, non ultima la nostra Samantha Cristoforetti, prima donna italiana negli equipaggi dell'Agenzia Spaziale Europea, che tra il 2014 e il 2015 ha preso parte alla missione 42/43, denominata Futura. Su 1500 metri quadrati di spazio, la mostra prodotta dalla John Nurminen Events con Avatar, ha messo insieme parti di razzi, il “muso” di uno Space Shuttle, un Lunar Rover, un simulatore di centrifuga spaziale e altri elementi legati ai programmi Nasa, in prestito dal Cosmosphere International Science Education Center, dallo Space Museum e dal Us Space & Rocket Center. «Questa mostra mi fa rivivere le emozioni suscitate negli anni dall'avventura spaziale» ha commentato l'astronauta Maurizio Cheli, primo italiano a ricoprire nel 1996 il ruolo di mission specialist. Sono sei le sezioni del percorso: Gantry entrance, Sognatori, La Corsa allo Spazio, Pionieri, Resistenza, Innovazione, che sia raggiungono dopo un passaggio obbligato: la passerella che gli astronauti Nasa percorsero prima di salire sul razzo Saturn V e la stessa sulla quale, nel 1972, camminarono tre astronauti dell’Apollo 17 per atterrare sulla Luna. Nella sezione “Sognatori“ si ripercorre la storia millenaria del rapporto tra l’umanità e il cielo, a partire da uno scrittore greco-siriano come Luciano di Samosata che aveva ipotizzato già nel II secolo aC la possibilità di mondi extraterrestri fino ai viaggi fantasiosi del “genio” di Nantes, Jules Verne. Ma è dalla Seconda guerra mondiale (ampia questa sezione) e dallo sviluppo di applicazioni tecnoaeronautiche che lo spazio diventa sfida. Nella corsa i primi furono i sovietici col lancio il 4 ottobre 1957 dello Sputnik, riprodotto in una replica fedele, che per 21 giorni rinviò segnali sulla Terra prima di disintegrarsi al contatto di rientro con l’atmosfera. Poi ecco gli americani con un programma rampante evoluto dai razzi Saturno degli anni Sessanta al Programma Apollo degli anni Settanta, fino allo Shuttle, primo veicolo orbitante, verso la Stazione Spaziale Internazionale, e quindi alla grande avventura dei telescopi spaziali come Hubble. • N.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Blog

Editoriale
Molise, voto choc Ma il grillino tenta
di di FEDERICO GUIGLIA
24.04.2018
Il Corsivo
La perfezione e l’errore
di di GIANCARLO MARINELLI
23.04.2018
Editoriale
Le sentenze e la politica
di di IVANO TOLETTINI
23.04.2018