lunedì, 31 agosto 2015
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

14.12.2012

Lovat è il primo anti-Variati «Con noi i delusi della Lega» DAVIDE LOVAT

Ruggero Zigliotto, Davide Lovat e Antonio Guadagnini. COLORFOTO
Ruggero Zigliotto, Davide Lovat e Antonio Guadagnini. COLORFOTO
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Il primo è lui: Davide Lovat, 41 anni, cattolico, indipendentista, ex leghista espulso - e fiero - oggi venetista anti-padano. È lui il primo candidato sindaco a presentarsi ai blocchi di partenza per le Comunali 2013 a sfidare l'uscente Achille Variati. Lo fa sotto il vessillo di Veneto Stato, partito indipendentista che si accinge alla doppia sfida elettorale - Amministrative e Politiche - al grido di “Yes, podemo”, versione tradotta in veneto dell'esortazione obamiana “Yes we can”. «Cambiare si può», secondo Veneto Stato, movimento nato un paio d'anni fa e che punta a «raccogliere consensi trasversali, in primis tra i leghisti delusi, che sono sempre più numerosi e molti dei quali si avvicinano a noi». Con quasi 2 mila soci a livello regionale, 432 nel Vicentino, Veneto Stato gioca la carta delle Comunali come «vetrina» per portare avanti un progetto ad ampio respiro: «L'approdo all'indipendenza del Veneto». Lo spiega Lovat e lo ribadiscono Antonio Guadagnini e Ruggero Zigliotto, segretario generale e provinciale del movimento. «È l'unica via possibile - afferma Guadagnini - visto che la capacità riformatrice della politica italiana è pari a zero, così come lo è stata quella leghista rispetto al federalismo. L'indipendenza non ha ostacoli giuridici, ma solo di consenso». Per Veneto Stato l'obiettivo generale si raggiunge anche con un percorso locale: «Non mi faccio troppe illusioni - dice Lovat - ma ho accettato la corsa a sindaco per dare voce a chi non ha voce». Lovat , ex “rottamatore” della Lega, poi espulso dal Carroccio nel 2011 per averne contestato la dirigenza e la linea politica, oggi va fiero di quell'epilogo, perché, dice, «i fatti successivi interni alla Lega hanno dimostrato che avevo ragione». Estromesso dai padani, Lovat si era avvicinato a Progetto Veneto in vista delle Provinciali che non si sono mai celebrate. Ma quel movimento non è poi decollato e ora Lovat aderisce a Veneto Stato. «Mi sono messo in gioco per dare voce all'urlo che viene dalla società: se io ho accettato una battaglia che può sembrare “donchisciottesca”, lo faccio per dare visibilitá a chi non ce l'ha». E aggiunge: «Nel '90 mi diplomai alle superiori e il sindaco era Variati, che ora si ricandida: e l'alternativa più probabile ora è Manuela Dal Lago: sembra un film di fantascienza. Ma ci vuole coraggio: cambiare si può» Quanto ha influito nella discesa in campo di Lovat la probabile corsa della “rivale” Dal Lago? «Potrei dire che ha pesato, sapendo la storia della mia espulsione - risponde Lovat -, ma in politica bisogna “spersonalizzare”, quindi non ha avuto alcun peso. Sono di formazione cattolica, ho il dovere di non portare rancore. Ciò non toglie che non dimentico nulla e che so difendermi». Intanto Veneto Stato dà appuntamento per domani, dalle 9 alle 17 all'Alfa Hotel, per la “prima conferenza veneta sull'indipendentismo locale in Europa”: ci saranno relatori da Catalogna, Fiandre e Scozia, «Nazioni senza Stato, che potrebbero diventare Stati: modelli per il Veneto».M.SC. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

IL GIALLO DELL'ESTATE

IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
Flagellum Dei
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
Flagellum Dei
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
Flagellum Dei
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
Flagellum Dei
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO

VICENZA SEGNALA

Asiago, Natale e rifuti
VICENZA SEGNALA

SCUOLA

VIAGGI

CIBO E VINO

Una “tartare” di orata con i pistacchi
Vicenza di Gusto
Lo scamone di Black Angus è stato accompagnato dall’Amarone della Cantina Zenato
Vicenza di Gusto

Sport

Spettacoli

ANIMALI & CO

Blacky
ANIMALI & CO
Gigi
ANIMALI & CO

Il meteo

Vicenza

Agenda

Feste
Caradium Fest Edizione 2015
Anche quest'anno l'amministrazione comunale ...
Feste
71esimo Anniversario Della Battaglia Di Granezza
Domenica 6 settembre 2015 Granezza - Monte Corno. ...
Cultura
Sugli spalti del castello degli Ezzelini
Sulle tracce degli Ezzelini per provare ad evocare ...

Viaggio in redazione

Facebook

Twitter