mercoledì, 12 dicembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

17.10.2011

Addio a Delitala cronista esperto di gialli giudiziari


 Il giornalista Antonio Delitala
Il giornalista Antonio Delitala

«Un cronista a tutto campo, fino all'ultimo». Ricordano così, Antonio Delitala, deceduto l'altro ieri mattina a Piacenza, dove viveva, i colleghi giornalisti che hanno lavorato con lui a Il Giornale di Vicenza, nel biennio di fine anni Novanta, quando il cronista sardo si trasferì nel Vicentino, prendendo casa a Sovizzo, per collaborare con il nostro quotidiano. Firma versatile di articoli di cronaca cittadina e di provincia con la passione per la "nera".
Delitala, sassarese, 70 anni, di recente era diventato una presenza fissa nel programma televisivo dei gialli irrisolti di cronaca "Quarto grado", su Italia 1. Il giornalista di recente aveva lavorato a fianco della moglie, la redattrice Ilaria Mura, inviata di "Studio Aperto", sul caso di Melania Rea, diventando confidente di Salvatore Parolisi che dal carcere gli inviava lettere e dichiarazioni.
Il cronista, negli anni Settanta, fu inviato speciale e in seguito redattore capo della "Nuova Sardegna". Poi giornalista in numerose testate, tra le quali Il Giornale di Vicenza.
Giornalista sì, ma anche scrittore, autore di nove volumi in cui ha raccontato i più famosi delitti passionali della storia giudiziaria della Sardegna.
Antonio Delitala, era stato operato la scorsa settimana all'ospedale lombardo per il riposizionamento di alcuni stent coronarici. Soffriva, infatti, di problemi cardiaci da tempo.
Venerdì sera era stato dimesso. Poi un'improvvisa complicanza e il nuovo ricovero in ospedale. «Ho chiamato d'urgenza il 118. Ma non c'è stato nulla da fare» ha spiegato agli amici la moglie in lacrime.
Uscendo dalla terapia intensiva, dopo l'intervento al cuore, aveva telefonato ai colleghi sardi per dire che sarebbe stato presto di nuovo in pista per raccontare un'altra serie di delitti poliziesco-giudiziari. L.D.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il ministro Bussetti chiederà agli insegnanti di dare meno compiti per Natale. Sei d'accordo?
ok

Avvenimenti 2018

Amici di Noè

VIAGGI