sabato, 25 novembre 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

20.01.2011

Copiello si dimette da segretario della Cisl

Gigi Copiello lascia la guida della segreteria Cisl di Vicenza
Gigi Copiello lascia la guida della segreteria Cisl di Vicenza

Vicenza. «Pronto?». Gigi Copiello risponde al cellulare e dal rumore di fondo si capisce che è in viaggio. Le sue ferie in Val Pusteria, programmate da tempo, stanno volgendo al termine e a Vicenza da qualche ora gira una voce che scuote i muri della nuova sede Cisl: il segretario  avrebbe rassegnato le dimissioni, pare dopo qualche contrasto con le diverse categorie, pensionati in testa.
«Tolga pure il condizionale - afferma l'interessato -. È vero, ho rassegnato le dimissioni. Ma, per il momento, non ho intenzione di dire altro. Ci sarà tempo. Resterò in carica per un altro po', in attesa che venga scelto il mio successore. A tempo debito, spiegherò i motivi che mi hanno spinto a prendere questa decisione».
Tenersi dentro il rospo gli costa fatica. Copiello è uno noto per non usare tanti giri di parole, uno che è capace di dire esattamente quello che pensa anche quando sarebbe più conveniente dribblare i problemi e usare un po' di sano sindacalese. Macché, lui sempre dritto come una lancia, e quando centra il bersaglio sono dolori. Stavolta no, stavolta si frena. Il sindacalese no, quello mai; diciamo un cortese diniego, un mutismo sofferto ma anche sereno. Perché dal tono delle sue non-dichiarazioni si capisce che si è tolto un peso. Nato a Velo d'Astico 60 anni fa, un cursus honorum di tutto rispetto all'interno della Cisl, con esperienze importanti tra i metalmeccanici (Alto Vicentino e Padova) e tra i chimici di Marghera, con approdo in segreteria regionale, prima di essere chiamato alla guida della segreteria provinciale di Vicenza nel marzo 2007, dopo il passaggio in regione di Franca Porto.
Questi quattro anni della sua gestione sono stati caratterizzati, per quel che riguarda l'attività interna, da due aspetti importanti: il primo è legato al cambio generazionale avviato nella scelta delle persone chiave della struttura organizzativa; il secondo è legato invece al cambio di sede, un'operazione non facile che ha visto traslocare la Cisl dagli storici, ma un po' datati, locali di stradella Piancoli alla nuova struttura di viale Carducci.
Per quel che riguarda invece la strategia sindacale in senso stretto, Copiello si è distinto per gettare sempre il cuore oltre l'ostacolo, magari irritando gli amici-nemici della Cgil, ma sempre propenso a raccogliere le nuove sfide con proposte innovative. In questi ultimi anni di forte crisi, la Cisl di Vicenza è stata la sigla che più ha spinto sui contratti di solidarietà, per esempio; per non parlare della volontà di Copiello di dare sempre più importanza alla contrattazione decentrata.
Perché dimettersi adesso, allora? La diplomazia non mai stata il suo forte e, in più, la gestione della nuova sede avrebbe causato qualche attrito. Stavolta non ricomponibile.
 «La dimostrazione che Gigi Copiello ha lavorato bene deriva dal fatto che il suo successore sarà scelto all'interno della squadra dirigenziale che lui stesso ha messo insieme in questi anni di gestione della segreteria vicentina della Cisl».
Franca Porto, segretario regionale della Cisl, oltre che ex segretario generale della Cisl di Vicenza, è rimasta sorpresa, come tutti, dell'improvvisa decisione di Copiello di dimettersi. Ma il suo ruolo le impone di non perdere tempo nell'analisi delle motivazioni («Chiedetele a lui») e di procedere con rapidità nella scelta del successore.
«Abbiamo avviato le consultazioni - rivela - e già a metà febbraio il Consiglio generale, alla presenza anche di Raffaele Bonanni, prenderà le sue decisioni. Fino ad allora Copiello resterà comunque in carica e garantirà lo svolgimento dell'attività ordinaria. Quel che posso assicurare è la Cisl vicentina è compatta, unita, solida. Un'ottima squadra, insomma. E di questo dobbiamo ringraziare colui che in questi anni ha provveduto a mettere insieme questa squadra».
Anche Bruno Oboe, uno dei padri storici della Cisl vicentina, è rimasto a senza parole quando Copiello gli ha annunciato le sue intenzioni. «Quel che è certo - spiega - è che Copiello resterà nella storia della Cisl vicentina come colui che ha portato a termine il complicato e dispendioso progetto del cambio di sede. Un'operazione di cui dobbiamo essergli grati».
Dalle consultazioni emergerà un quadro sui candidati. Sonia Leonardi e Maurizio Dei Zotti sono in pole position. MA.SM.

Marino Smiderle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

La Corte europea deve pronunciarsi sul ricorso presentato da Berlusconi contro la decadenza da senatore e l'ineleggibilità. Voi cosa ne pensate?
Silvio Berlusconi
ok

Sport

ANIMALI & CO