martedì, 01 settembre 2015
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

28.12.2010

Il giovane prete suona il rock e lancia il suo cd


 Don Filippo Ferraro
Don Filippo Ferraro
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Esce in questi giorni un nuovo cd dal titolo "Orizzonti verticali" al quale ha lavorato don Filippo Ferraro, il giovane di Mussolente attualmente cappellano a Quinto di Treviso che racconta in musica la sua esperienza di uomo e di prete. Musicalmente si è avvalso della collaborazione di Benito Madonia, bluesman, produttore e arrangiatore, che ha lavorato e scritto per molti cantanti, da Rossana Casale a Alex Baroni, e di strumentisti di livello internazionale del calibro di Nicola Dal Bo, Fabio Rossato, Costantin Beschieru e Marco Pandolfi.
«Attraverso atmosfere e stili molto diversi, pop, rock, jazz, tango - spiega don Filippo - tocco temi e situazioni in cui mi sono messo in gioco come persona e come credente: il sogno e il desiderio, il perdono, il bisogno di relazioni autentiche, la coerenza e il rifiuto della mediocrità, la capacità di leggere il passaggio di Dio nella vita di ogni giorno. Nel brano "Vicino a un ponte" ripercorro anche le mie origini bassanesi, penso in particolare agli anni del liceo, tra le vie del centro, e accosto l'esperienza del mio ministero e del servizio come prete all'immagine del ponte, che ha caratterizzato la mia giovinezza. Anche a casa mia c'è un ponte, sul Volon, per il quale tante volte sono passato». Il cd fa parte di un progetto musicale che intende offrire spazi e percorsi perché, attraverso il linguaggio universale della musica, i giovani possano incontrarsi e condividere esperienze, non ultima quella della fede.
«Questo progetto è nato dal desiderio di esprimere e comunicare, nella forma che più sento vicino alla mia sensibilità, il mio mondo interiore. Un diario interiore in cui in tanti anni ho segnato incontri ed episodi, esperienze e persone collocate in quelle coordinate fondamentali in cui si snoda la mia vita: l'orizzonte dell'uomo, verso il quale scopro sempre più che il mio cuore vorace e insaziabile mi porta a cercare e superare confini e l'orizzonte di Dio, che si apre all'infinito».D.Z.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

IL GIALLO DELL'ESTATE

IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
Flagellum Dei
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO
Flagellum Dei
IL RACCONTO DI STEFANO FERRIO

VICENZA SEGNALA

Asiago, Natale e rifuti
VICENZA SEGNALA

SCUOLA

VIAGGI

CIBO E VINO

Il fondo del carciofo è servito con gnocchetti di patata del Monte Faldo, accompagnato da speck e da lampon
Vicenza di Gusto
Una “tartare” di orata con i pistacchi
Vicenza di Gusto
Lo scamone di Black Angus è stato accompagnato dall’Amarone della Cantina Zenato
Vicenza di Gusto

Sport

Spettacoli

ANIMALI & CO

Blacky
ANIMALI & CO
Gigi
ANIMALI & CO

Il meteo

Vicenza

Agenda

Feste
Caradium Fest Edizione 2015
Anche quest'anno l'amministrazione comunale ...
Feste
71esimo Anniversario Della Battaglia Di Granezza
Domenica 6 settembre 2015 Granezza - Monte Corno. ...
Cultura
Sugli spalti del castello degli Ezzelini
Sulle tracce degli Ezzelini per provare ad evocare ...

Viaggio in redazione

Facebook

Twitter