giovedì, 17 gennaio 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

29.12.2011

Antrops, lèttone in salsa italiana «Il Fiorese si salva»


 Gints Antrops, rinforzo di lusso per Bassano
Gints Antrops, rinforzo di lusso per Bassano

Della fredda Lettonia, oltreché il doppio passaporto, ora che da tempo è naturalizzato italiano, Gints Antrops ha soltanto i lineamenti. Tutto il resto profuma da paisà. A cominciare dal carattere, caldo e coinvolgente, proseguendo con lo spirito, burlone e alla mano, e finendo con lo stile di gioco, visto che qui ha perfezionato il tiro perimetrale come il migliore specialista latino. Ma del resto questo ventinovenne venuto dall'Est due lustri fa, in Italia da giovanissimo, allora chiamato dalla Virtus Bologna, aveva preso anche moglie, prima che il matrimonio naufragasse. Poi, uscito dall'Emilia, un lungo girovagare in più tappe, da Trapani in Legadue sino a Potenza, Rieti e Ruvo di Puglia sempre in A. Poi l'offerta di Bassano, in B dove lui non aveva mai messo piede.
«Paradossalmente ho trovato più difficoltà ad adattarmi al basket estremamente fisico e di contatto della cadetteria rispetto a quando viaggiavo uno o due serie sopra; - confida Gints (pronuncia Ghints) - ora sto capendo i giochi della squadra, so di poter crescere ancora parecchio e di dare il contributo ai ragazzi che dico io». Al debutto con Civitanova, dopo soli due giorni da queste parti, ha sparato 5 punti filati e al team manager Bellotti che si complimentava ha risposto: «Perché bene? Non ho fatto niente». Alla seconda uscita a Ferrara, 14 punti, presto frenati dai falli. «Devo gestirmi meglio e soprattutto capire un metro arbitrale differente rispetto alla serie A: qui i fischi incidono molto di più che in A...». Sul Fiorese esprime certezze assolute. «Sono sicuro che ci salveremo - garantisce - ho visto buonissimi compagni, non ho dubbi che un passo alla volta risaliremo la china». Quindi un pensiero che è già una prospettiva di vita. «Sono a Bassano da poche settimane e già la città, l'atmosfera e lo stesso ambiente che ho trovato nello spogliatoio mi piacciono tantissimo, tutto diverso da quello che avevo visto sinora in giro per l'Italia. Vorrei davvero fermarmi a lungo qua. Presto abbandonerò l'albergo per trasferirmi in un'abitazione nei pressi di viale Venezia. Adoro la tranquillità e la cordialità della gente. Al limite, se avrò voglia di mare, d'estate andrò altrove, per tutto il resto, invece, Bassano è il massimo».V.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Livelli troppo alti di pm10: è di nuovo allarme. Sareste favorevoli ad una domenica a piedi per ridurre lo smog?
ok

Avvenimenti 2018

VIAGGI