martedì, 26 marzo 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.06.2014

Fascino orientale a Bassano

Austerity e vacanze. L’estate è arrivata e la maggioranza delle persone si appresta a partire per un periodo più o meno lungo di vacanza. Ormai da molti anni non c’è più quel blocco totale delle attività che di fatto paralizzava l’Italia tra luglio e agosto. Ora le ferie durano due-tre settimane, chi riesce a fermarsi per un mese è un miracolato. In compenso cresce il numero di persone che non si muoveranno da casa, e il distacco dal lavoro lo trascorreranno cercando di schivare le botte di calore. Si dirà: sempre meglio di quelli che il “distacco dal lavoro“ lo vedono come un miraggio perché manca la materia prima: il lavoro, appunto. Ma questa contrazione delle vacanze, questa “austerity delle ferie“, stride con l’affermarsi di nuovi e sofisticati hotel dedicati non all’uomo ma al suo migliore amico: il cane. Dimenticato l’amico o il suocero che si offre volontario per ospitare Fido, superate le “pensioni“ di quart’ordine modello canile desolato, ora si punta ad alberghi per animali dotati di comfort stellati. Ma i costi sono, giustamente, proporzionati. E questo ripropone una riflessione su un sistema che evidentemente non funziona come dovrebbe. Perché se è vero che i proprietari di cani hanno il dovere, prima ancora del diritto, di garantire ai loro animali il miglior trattamento possibile, è anche vero che non dovrebbero esserci persone che sognano di poter fare una “vita da cani“. Non è colpa dei cani, non è colpa dei loro padroni, non è colpa degli “albergatori“ per fido: ma non per questo non è colpa di nessuno.

di Ario Gervasutti

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

A chi tra questi leader politici del passato intitolereste una via?
ok

Sport