17 gennaio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zig Zag

17.06.2013

Sapore di sale sapore di sport

In alto il beach volley negli anni Ottanta. Qui sopra il Fantini nel 1959|
 Claudio Fantini davanti all'ingresso del club sulla spiaggia
In alto il beach volley negli anni Ottanta. Qui sopra il Fantini nel 1959| Claudio Fantini davanti all'ingresso del club sulla spiaggia

A Cervia, provincia di Ravenna, ti lasciano di sale. Perchè la gente è un tutt'uno con la sua natura, quella che per secoli le ha dato da vivere. Perchè sono romagnoli geniali e ingegnosi che inventano soluzioni quando tuto sembra compromesso.
Hanno spostato la città per salvare le saline, che fin dai tempi degli Etruschi e dei Romani ha costituito l'oro bianco e la merce di scambio. I Magazzini del sale che rischiavano l'abbandono sono diventati un museo e centro culturale. Il porto canale dove per secoli la burchiella trasportava il sale per la rimessa si è trasformato nel balcone notturno della movida. E quando i Monopoli di Stato alla fine degli anni Cinquanta decisero di unificare i 144 bacini in un unico grande specchio per la raccolta una volta l'anno, gli abitanti un po' si arresero mugugnando, un po' spostarono i loro interessi sul turismo nascente. La dismissione delle saline da parte dei Monopoli nel 1998 trovò la comunità decisa a non perdere quel patrimonio storico e naturalistico che produceva sale dolce e pregiato. Venne costituito col Comune il Parco delle Saline e si tornò alla raccolta antica, quotidiana, per sezioni, alla Salina Camillone dove tutt'oggi si può assistere ad un lavoro antico e artigianale. Piccola economia, cultura del passato, spirito imprenditoriale.
Il tutto è premessa per raccontare di una famiglia che ha vestito la spiaggia di Cervia di stile californiano, anzi ha creato una piccola Florida dove il mare è una scusa per occuparsi di se stessi. Il bagno si chiama Fantini: lo apre Fiorina nel 1959, coinvolgendo poco alla volta il marito Antonio che faceva il camionista. Estati di ombrelloni e piadine, fino a che il figlio Claudio - laurea in Economia a Bologna - che è pallavolista e incapace di stare fermo si picca di portare in Italia quella moda americana del due contro due sulla sabbia: nasce il beach volley, prima estate nel 1984. È un successo: arrivano sportivi di professione e tantissimi ragazzi per sfide interminabili ai bagni Fantini, che in breve diventanio sinonimo della vacanza sportiva.Un campo, poi due e anche tre, il beach volley diventa un' opportunità. Tornei, sfide, spettacoli.
Cervia è una meta conosciuta in tutt'Europa e Claudio Fantini si inventa anche una linea d'abbigliamento che arriverà a 150 punti di distribuzione. Il primo bagno raddoppia 25 anni fa, il club si alimenta col passaparola e nel Duemila un nuovo salto con l'acquisizione di altre due concessioni confinanti. Un fronte mare di 100 metri, 15 mila metri quadrati di spiaggia con 8 campi da gioco dove al volley si aggiungono il beach tennis - faticosissimo- e il foot volley - non è da meno - oltre a due campi da basket regolamentari, una palestra attrezzata e più recentemente una vera Spa in spiaggia con massaggi, saune, coiffeur tra arredi rigorosamente bianchi e teli al vento. Un luogo di benesssere e di atmosfere che vive nove mesi l'anno, cominciando la stagione con eventi di ciclismo già in marzo, per proseguire poi con i mercoledì serali di spettacoli ed eventi, con concorsi di sculture di sabbia, raduno cinofili, equini, presentazione di libri, degustazioni di vini. Inarrestabile, Fantini jr ha collegato ai suoi bagni due hotel pensati proprio per gli sportivi ma anche per le famiglie e un ristorante sulla spiaggia che usa prodotti a km zero. «Vacanze? No filosofia di vita» risponde.www.sporturclubhotel.com.

Nicoletta Martelletto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1