Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zig Zag

09.03.2018

DENTRO L’UOVO DEL TIROLO

Il parco del Mondo Swarovski e qui un uovo gigante a Innsbruck
Il parco del Mondo Swarovski e qui un uovo gigante a Innsbruck

Neve, cristalli, sport, cultura, foreste incontaminate, passeggiate, tradizioni: tutto a portata di mano. E’ l’Austria di Inns’ Bruck, traduzione antica del ponte sul fiume Inn. Ne sono passati di secoli dalla fondazione dell’attuale capitale del Tirolo austriaco, ma lo spirito della città gotica di origine romana, patria dell’imperatore Massimiliano, che trova le sue radici nello sviluppo economico e culturale di valle avvolta dalle Alpi, non è cambiato. Centro di eccellenza mondiale per congressistica e sport, dotata do ottima rete di trasporti pubblici e di elevata qualità di vita, Innsbruck si conferma come la città dalle mille possibilità, dal centro storico con i tetti colorati dei palazzi lungo la Maria Theresien-Trasse, al Tettuccio d’Oro, simbolo della città, ricoperto da 2657 tegole di rame dorato, da cui si gode di una splendida vista panoramica. Per gli amanti della fotografia è imperdibile la vista dal trampolino olimpico sul Bergisel, a pochi passi dal centro, realizzato dall’architetto Zaha Hadid, progettista anche della funicolare, moderno “ponte” tra città e vette innevate. Per chi vuole godere le ultime nevi, è attiva la promozione “Ski in the City”, che rende facile l’uso di 300 chilometri di piste e 9 comprensori sciistici, con un unico skipass, senza farsi mancare - nemmeno a duemila metri - cucina tipica e panorami mozzafiato. LA PASQUA. Per Pasqua si tiene in centro storico il mercatino tradizionale: dal 22 marzo al 2 aprile 30 bancarelle ecco uova colorate, prodotti tipici e antichi rituali, le delizie cotte nella padella gigante e i dolci, tra cui la torta a camino di origine ungherese chiamata Baumstriezel. Il tutto è accompagnato da decine di appuntamenti musicali e culturali sia in città che nei 25 villaggi della regione, dove le tradizioni religiose sono ricordate con mercati d’altri tempi, concerti, fiaccolate e banchetti, l’esibizione con le fruste degli Aperschnalzer e il dolce suono delle campanelle dei Grasausläuter. Due le mostre pasquali da vedere a Innsbruck: sino a fine aprile nella nella cantina barocca del palazzo imperiale Hofburg di Innsbruck l’esposizione “Il coniglio e le sue uova”, con oltre 1.000 pezzi riguardanti l’animale pasquale che porta ai bimbi i doni di Pasqua; e al Museo dell’Arte popolare, la mostra “Più furbo del coniglio pasquale” presenta le usanze e le tradizioni pasquali: perché per Pasqua si regalano le uova? Quali sono le origini delle forme di pane chiamate Gotlpack?. Info www.innsbruck.info. Osterfestival dal 17 marzo all’1 aprile dà forma invece tra Innsbruck e Hall in Tirol, alle voci dell’arte sul tema “Sopravvivere”, con diverse visioni dell’esistenza umana. Un momento speciale è la Passione di Giovanni, al centro congressi di Innsbruck, il venerdì santo (30 marzo) col Collegium Vocale Gent sotto la direzione di Philippe Herreweghe, pioniere nel campo della musica antica. www.osterfestival.at SWAROVSKI. Ma è impossibile visitare il Tirolo senza una lunga sosta al Museo Swarovski di Wattens, nel parco dell’azienda internazionale, a 20 minuti da Innsbruck, con servizio di navetta gratuita. Un luogo delle meraviglie creato con il cristallo sotto il celebre Gigante di Pietra, seconda attrazione turistica dell’Austria per numero di visitatori: 14 milioni i visitatori dal 1995. Nei Mondi di Cristallo lo scorso anno sono state inaugurate nuove camere delle meraviglie, allestite da artisti di fama internazionale, come Fernando Romero, Arik Levy, Manish Arora e André Helle. Qui si svolge la caccia al tesoro nel Regno del Gigante: dal 23 marzo al 3 aprile, dalle 8.30 alle 19.30, i Mondi di Cristallo regalano giornate di giochi e divertimento per le famiglie, alla ricerca di sette variopinte uova nascoste tra le opere realizzate con i cristalli da artisti internazionali. Nel giardino, con l’installazione della foresta dei cristalli, la ruota panoramica e la torre dei giochi dedicata ai bimbi, ecco spettacoli di ispirazione, energia, estetica e leggende, tutti raccontati nello spettacolare festival delle luci, in programma anche nella prossima stagione invernale. A fine visita, si può continuare a godere della bellezza del museo, gustando uno dei prelibati piatti proposti dal ristorante vista parco “Daniels Kristallwelten”. www.swarovski.com/kristallwelten •

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1