Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zig Zag

25.01.2015

A Gand il polittico dei misteri

In alto uno dei palazzi illuminati durante il festival delle luci. Qui sopra il Polittico dell'Agnello Mistico di Jan e Hubert van Eyck, 1426-1432
In alto uno dei palazzi illuminati durante il festival delle luci. Qui sopra il Polittico dell'Agnello Mistico di Jan e Hubert van Eyck, 1426-1432

È una città “confluente”, già grande palude all'incrocio di due fiumi, Leie e Schelda. E come la vicina Bruges vive sull'intreccio di canali frutto di una imponente bonifica, poi divenuti forza motrice per muovere mulini e telai dei laboratori tessili. Gand, in fiammingo Ghent, delle Fiandre fu anche capitale, orgogliosa di aver dato i natali nel 1500 all'imperatore Carlo V. Nel secolare braccio di ferro tra Francia e Paesi Bassi, fu cattolica e calvinista , votata ad uno sviluppo economico che la elesse città più importante del Belgio fino a metà dell'Ottocento. Uno sviluppo che bene si coglie nella sala dell'urbanistica allo Stam, il museo della città aperto nel cuore dell'abbazia trecentesca di Bijloke, attorno alla quale nacque una cittadella dell'assistenza sanitaria e dell'istruzione. Una “botta” di modernità dentro e attorno alle architetture gotiche ricosturisce la storia di Gand attraverso arte, mappe e fotografie. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Nicoletta Martelletto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1