Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
13 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zig Zag

02.11.2014

2015, le dieci città al top

Il villaggio di El Chaltén, Argentina, sotto le vette del Fitz Roy e del Cerro Torre
Il villaggio di El Chaltén, Argentina, sotto le vette del Fitz Roy e del Cerro Torre

Sono le dieci città da non perdere nel 2015.
È l'elenco realizzato dalla Lonely Planet, editrice planetaria che guida milioni di viaggiatori in ogni angolo del mondo.
1. WASHINGTON, DC, Usa. Washington è una delle città più ricche di musei e monumenti al mondo, e lo Smithsonian Institution - un network di 19 musei, zoo e centri di ricerca - rappresenta una grande attrazione. Nel 2015 cade anche il 150° anniversario dell'assassinio di Abraham Lincoln e la città commemorerà la scomparsa del sedicesimo presidente americano. Il famoso cappello a cilindro, la pistola che sparò il colpo mortale e altri cimeli di quel giorno storico verranno messi in mostra in tutta la città.
2. EL CHALTÉN, Argentina. È una Zermatt senza stelle nè edifici eleganti. Sul villaggio (chiamarlo città è troppo) troneggiano il profilo frastagliato del Monte Fitz Roy (3405 m) e il misterioso Cerro Torre orlato di ghiacciai (3102 m); i suoi barrios includono i 726.927 ettari incontaminati di ghiacciai, vette, laghi, foreste e cascate del Parque Nacional Los Glaciares, dichiarato Patrimonio dell'Umanità. Qui si trova la seconda calotta glaciale del mondo dopo quelle polari, l'aspro e misterioso Campo de Hielos Sur (Campo di ghiaccio Patagonico Sud). El Chaltén, che nel 2015 compie 30 anni, è la capitale argentina del trekking.
3. MILANO, Italia. Dici Milano e pensi al quadrilatero della moda, agli affari della Borsa, alla settimana del design. Milano offre i musei civici più ricchi del paese, un incredibile programma di mostre e collezioni, teatri sempre affollati. Grattacieli con ambizioni da skyline newyorchese si sono imposti nell'immaginario collettivo e quartieri periferici meno conosciuti (l'Isola con i suoi ristoranti, la Bovisa, San Siro e le vecchie osterie), sono simbolo di una città multi-centrica e multietnica. Il 2015 è l'anno dell'Expo, tra maggio e ottobre e avrà per tema il cibo con focus sull'agricoltura sostenibile e la nutrizione globale. Qui si scoprirà cosa mangeremo tra 50 anni.
4. ZERMATT, Svizzera. Sin dalla fine del XIX secolo, escursionisti intrepidi, scalatori appassionati di sci e montagna vanno matti per il Cervino (Matterhorn in tedesco) che si erge sopra Zermatt. Nel 2015, quando questa regina delle località montanare celebrerà il 150° anniversario della prima scalata alla sua magica vetta con sette alpinisti guidati dall'inglese Edward Wymper, che al rientro rimase ucciso dopo un lungo volo lungo la parete nord. Gli eventi includono l'apertura a luglio del nuovo rifugio di Hörnli Hut, a 3260 metri.
5.LA VALLETTA, Malta. Negli ultimi anni ha subito un profondo restauro in chiave moderna. L'iniezione di architettura contemporanea include la City Gate di Renzo Piano, la sede del parlamento, con una facciata in blocchi di pietra tagliati al laser e il suo auditorium all'aperto sulle rovine della Opera House. Quest'anno la città commemorerà anche i 450 anni dal Grande Assedio. Nel 1565, un numero esiguo di cavalieri cristiani maltesi combatté l'esercito turco in uno scontro segnato da massacri, inganni e spargimento di sangue su entrambi i fronti. L'anniversario sarà l'8 settembre, il giorno della vittoria: messa solenne e serata letteraria.
6. PLOVDIV, Bulgaria. Uno dei centri storici più belli d'Europa sullo sfondo degli imponenti monti Rodopi, migliaia di tesori storici, una scatenata vita notturna e uno spiccato senso dell'umorismo.
Ci sono un bel po' di ragioni per visitare la seconda città della Bulgaria. Solo gli ultimi decenni l'hanno trasformata in una città vivace e moderna: le sue notevoli rovine (tra cui un anfiteatro romano in piena zona commerciale) sono state portate alla luce tra gli anni '70 e '80 . Edifici storici inutilizzati sono stati restaurati e convertiti in musei, ristoranti e alberghi. Nel 2019 con Matera sarà capitale europea della cultura.
7. SALISBURY, Inghilterra. A lungo i viaggiatori hanno considerato Salisbury una breve sosta sulla strada per Stonehenge. Ma il 2015 sarà l'anno in cui visitatori si fermeranno per gli 800 anni del suo più grande tesoro: la Magna Carta. Stesa e firmata sulle sponde del Tamigi nel 1215, la Magna Carta ha limitato il potere del re e fissato i diritti della gente comune, ispirando movimenti per la giustizia e la libertà in tutto il mondo. Come sede della copia originale meglio conservata (le altre sono a Londra, alla British Library e al Lincoln Castle), la Cattedrale di Salisbury sarà il fulcro delle celebrazioni.
8.VIENNA, Austria. Francesco Giuseppe, l'ultimo monarca asburgico davvero influente, iniziò il suo tour de force architettonico nel 1865 con la realizzazione della Ringstrasse. È il viale ad anello che racchiude in un abbraccio sontuoso il centro storico di Vienna, collegando la neogotica Rathaus alla neorinascimentale Staatsoper. Il Ring cambiò il volto di Vienna al punto che, 150 anni dopo, ne rappresenta ancora ancora il fiore all'occhiello. Nel 2015 eventi speciali e mostre ne celebreranno l'anniversario.
9. CHENNAI, India. La capitale dell'afoso sud indiano è stata a lungo considerata come un punto di partenza per altre zone dell'India. Con l'avvio della Metro Rail Chennai, il primo sistema di trasporto di massa integrato in India, Chennai prevede di diventare una meta più allettante a livello internazionale. Le cose da vedere sono tante: templi dravici ricoperti di statue, affascinanti musei, fortificazioni e chiese dell'epoca coloniale inglese, una spiaggia lunga tre chilometri e la seconda più grande industria indiana del cinema a Kollywood.
10. TORONTO, Canada. La città più multiculturale del mondo, una vivace megalopoli dove si parlano oltre 140 lingue, promette di essere particolarmente animata nel 2015, quando circa 250.000 visitatori arriveranno per i Giochi panamericani. Una serie di progetti di opere pubbliche, per un investimento complessivo di 1,5 miliardi di dollari, sono in fase avanzata di realizzazione. Tra queste la lungamente attesa Union Pearson Express, linea ferroviaria che sposterà i passeggeri dall'aeroporto di Toronto al centro in 25 minuti.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1