Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 novembre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

TerraLiquida

scegli sezione
«I nostri monti
e valli terreno
per il fantasy»

31.08.2017

«I nostri monti
e valli terreno
per il fantasy»

TerraLiquida. Racconti dell'altro vicentino
TerraLiquida. Racconti dell'altro vicentino

L’Alto Vicentino è lo scenario ideale per un racconto fantasy? “TerraLiquida Racconti dell’Alt(r)o Vicentino”, il concorso letterario aperto agli autori tra i 18 e i 39 anni di età con scadenza il 20 ottobre, si pone anche questo interrogativo. L’iniziativa promossa da Confindustria Vicenza – Raggruppamento Alto Vicentino con la Fondazione Palazzo Festari, i Comuni di Valdagno, Schio e Thiene e altri sostenitori come AVS e Il Giornale di Vicenza, ricerca scenari nuovi per questa terra in parte sconosciuta. Tra queste genti laboriose c’è invece chi lavora tutti i giorni in una dimensione parallela rispetto al reale. Alberto Dal Lago, diplomatosi allo Ied di Milano come illustratore, dal 2005 inizia la sua collaborazione con diversi editori nell’ambito della narrativa e ludica Fantasy, come “Wizards of The Coast”, “Paizo Publishing”, “Privateer Press”, “Applibot inc.”, nomi di culto per gli appassionati. Nell’editoria per ragazzi lavora con Mondadori, Lisciani Giochi, Edizioni Piemme e Salani. Dal 2013 è docente di Illustrazione Digitale e Concept Art nella Scuola Internazionale dei Comics di Padova. Il talento straordinario lo ha reso il copertinista ufficiale della storica serie di librigame di “Lone Wolf”, creata da Joe Dever negli anni Ottanta.

L'Alto Vicentino è un luogo Fantasy?

Il Fantasy si nutre di racconti ispirati all'avventura, al mito e alle leggende. Con le sue valli, i valichi e i monti, e la sua morfologia diventa un crogiolo di ispirazioni e idee. Ci sono territori antichi sui quali si sono tramandati racconti e leggende, un humus perfetto per la crescita della tematica. Mi viene in mente la Montagna Spaccata di Recoaro, con la sua fenditura che promette, a chi vi si addentra,  lo schiudersi di un mondo misterioso da esplorare: nella bellezza e peculiarità di questo paesaggio, ha trovato ideale suggestione la leggenda di Etele e Giordano. Credo che ciò che ci attira di più sia la percezione del lato fantastico e surreale, nato dall'incanto di un luogo.

È utile raccontare un territorio?

Certo, racconta molto di chi siamo e da dove proveniamo, qual è la nostra memoria storica e come ha influenzato lo sviluppo dei primi insediamenti. Pensare di non raccontarlo equivarrebbe a negare una parte delle nostre radici. Certo, molto spesso quando si parla di Fantasy, alcuni luoghi sono per lo più immaginari, ma non per questo meno credibili. Prendiamo come esempio la trilogia de “Il Signore degli Anelli”, che ha stabilito le caratteristiche del Fantasy epico. Non solo troviamo la descrizione di antichi popoli e culture, della loro genealogia e relativo ceppo linguistico, ma tutti i luoghi dove si svolge la narrazione, la Terra di Mezzo, vengono descritti con dovizia di particolari, alcuni addirittura rappresentati in mappe preparate dallo stesso autore.

Chi scrive i racconti che illustra?

Scrittori professionisti che operano nell'ambito del genere editoriale fantastico. Oppure autori di libri a tema specifico indirizzati a un particolare settore (storia, paleontologia, scienze), detti libri education per ragazzi, per i quali servono specifiche illustrazioni a corredo del testo.

Quale valore dà alla scrittura?

Importantissimo, nel momento in cui mi forniscono un briefing su ciò che dovrò disegnare. In questo caso il disegno diventa la forma che rinvia a uno specifico contenuto. Che sia descrittiva o sintetica, svolge il ruolo primario di contatto con il mondo che andrò a rappresentare.

Cosa suggerirebbe all'aspirante scrittore?

Una scrittura immediata e concisa, senza troppi fronzoli che colpisca il cuore e la testa del lettore.

Davide Fiore
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1