27 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

26.07.2013

Entro un anno le Ulss pagheranno i fornitori

Nel giro di un anno le Ulss del Veneto pagheranno ai fornitori tutti i debiti per circa 1 miliardo e 400 milioni. Con un disegno di legge, proposto dagli assessori Luca Coletto e Roberto Ciambetti, la Giunta regionale ha deciso di accedere al fondo istituito a livello nazionale con la legge 64 del 6 giugno scorso per il pagamento dei debiti della sanità verso i fornitori. Il provvedimento è già passato in quintac ommissione,e l'iter legislativo si dovrebbe concludere inun paio di settimane. Poi il via ai pagamenti di due tranche di circa 700 milioni l'una, la prima dopo l'approvazione in consiglio del ddl della Giunta, entro il 2013, la seconda nei primi mesi del 2014. "Per allora - spiega Zaia - le nostre Ulss non avranno più un euro di debito e le aziende fornitrici riceveranno una straordinaria boccata d'ossigeno. Abbiamo fatto una scelta sofferta - ha aggiunto - Siamo in una situazione di eccezionale gravità: per pagare i debiti abbiamo accettato di sostenere un aggravio di interessi per circa 20 milioni di euro. Lo facciamo per i nostri imprenditori. Portiamo a casa i soldi per loro e i lavoratori, poi ce la vedremo con lo Stato e sarà una battaglia epocale, Il patto di stabilità blocca in tesoreria centrale un miliardo e 300 milioni cash che sono del Veneto e dei veneti, e per prestarci la stessa somma lo Stato ci chiede un tasso vergognoso del 4%". I pagamenti ai creditori delle Ulss venete scatteranno non appena resi disponibili i fondi. OgniUlss riceverà una cifra corrispondente al proprio debito verso i fornitori con un preciso vincolo di utilizzo. Al momento nonèprevistaunascala di priorità. "Se dovesse essere - ha precisato Zaia - credo proprio che si partirà col pagare i debiti più vecchi". Attualmente la situazione in Veneto è a "macchia di leopardo". "Già oggi -hadetto il presidente - alcune aziende sanitarie sono pressoché in linea con i pagamenti, mentre in altri casi si superano i 400 giorni. Tempi inaccettabili, anche se in altre parti d'Italia ci sono pagamenti a 6-7 anni. E ciò che avviene in quei territori dove lo spreco è ancora oggi prassi ed è la causa per la quale si sono inventati il patto di stabilità che permette di far figurare il bilancio dello Stato è in pareggio, ma usando i soldi dei virtuosi".

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Dopo 7 aborti diventa mamma con una tecnica innovativa
Primo impianto
del defibrillatore
più piccolo al mondo
Dagli Usa ok al primo farmaco contro depressione post parto
L'adolescenza? Finisce solo a trent'anni
Il tè verde aiuta a lottare contro l'obesità
Giornata mondiale del sonno. Sondaggio: il colore può influire
Hai di fronte una sfida importante? Fai un bel respiro
Lo smog uccide più delle sigarette: 8,8 milioni di vittime all'anno
Vaccini: «Senza certificato, lunedì niente asilo per i bimbi»
Prova per la prima volta una protesi al braccio, l'emozione del bimbo: «Posso tenerla?»
Arresto cardiaco, evitabile una morte su tre. Denuncia del 118
È scritto anche nei geni se il tuo matrimonio sarà felice
Scolari iperattivi, arriva in Italia la "bici-banco"
Felicità è andare in bici, il mezzo di trasporto che dà più soddisfazione
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Il Project Financing: cos’è
Un aiuto ai bisognosi con il "cibo solidale"
Fibra ottica per l’Ospedale Unico
All’ULSS4 screening mammografico su misura
Gli esami effettuati: alcuni numeri
Tempi record per l’accordo
tra l’ULSS4 e l’INAIL
Radiologia di sera e il sabato
Integrazione lavorativa persone con disabilità
Accoglienza migliore nell’Ospedale Unico conivolontari dell’AVO
"Il mandato dei DG durerà cinque anni"
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Il Project Financing: cos’è
Un aiuto ai bisognosi con il "cibo solidale"
Fibra ottica per l’Ospedale Unico
All’ULSS4 screening mammografico su misura
Gli esami effettuati: alcuni numeri
Tempi record per l’accordo
tra l’ULSS4 e l’INAIL
Radiologia di sera e il sabato
Integrazione lavorativa persone con disabilità
Accoglienza migliore nell’Ospedale Unico conivolontari dell’AVO
Una nuova area bimbi nell’Ospedale Unico
Più accoglienza per le mamme
In casa e a tavola
Emergenza caldo: ecco come affrontarla
Insegnanti polacchi
in visita a Santorso
Traslochi: nessuno
spreco a Schio e Thiene
Ricetta elettronica e prenotazione degli interventi chirurgici
Per l’Alzheimer e altre demenze
BASSANO. Ulss: "Comprese le peculiarità del territorio"
"Noi e gli altri", dove
l’inclusione diventa realtà
Le sedi dell'iniziativa
Laboratori artigianali
di inclusione sociale
Per una presa in carico globale
Unapproccio innovativo alla disabilità
Il laboratorio di
genetica medica
Peri disabili gravi
c’è il Centro "Ancore"
Nuovo Centro Diurno, per mettere
sempre "La Persona al Centro"
Un aiuto concreto con "Il Raggio Verde"
Sanità più semplice
per i turisti in Croazia
A Bassano gli specialisti delle ulcere
Nuove tecnologie: arriva la telesanità
Due reti di telemedicina per le 4 ULSS
"La Regione ha premiato il ruolo di Vicenza"
Entro un anno le Ulss pagheranno i fornitori
"Il mandato dei DG durerà cinque anni"