25 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

26.07.2013

Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"

Antonio Compostella
Antonio Compostella

"Ci sono gli obiettivi dati dalla Regione, il bilancio, il contenimento dei costi, l'ammodernamento dei processi operativi, la riorganizzazione, l'informatizzazione, ecisonogli obiettivi interni che riguardano la gestione dell'azienda nel suo complesso". Antonio Compostella, direttore generale dell'Ulss 3, è sempre sul pezzo. Sta affrontando con entusiasmo e concentrazione assoluta la nuova esperienza al vertice dell'azienda bassanese, dopo le precedenti vissute alla direzione dell'Ulss 1 di Belluno e al timone dell' Arss, l'Agenzia regionale per i servizi socio-sanitari inunastagione che fu di particolare fermento. Due ordini di obiettivi, dunque, per il dg, per la direzione strategica, per un'azienda che sta vivendo un proficuo periodo di work in progress. "Sì - spiega Compostella - ci sono gli obiettivi generali. Nei prossimi giorni ci confronteremo con la segreteria regionale alla sanità. Alcuni liabbiamogià centrati. Per altri dovremo fare ancora un po' di strada. Dovremo rientrare sui costi del personale, della farmaceutica, dei presìdi sanitari. Poi ci sono, appunto, gli obiettivi aziendali. Al primo postoc'èunimpegno:la fidelizzazione di chi lavora nell'Ulss 3. Ci vuole la consapevolezza di far parte diunsistemaunico,sanitario, tecnico e amministrativo. Ognuno - aggiunge - deve capireche occorre collaborare, fare sinergia,nonrestare isolotti indipendenti,perché gli obiettivi, al di là della buona volontà, della dedizione, si raggiungono solose esisteunforte, spiccato spirito aziendale.Sembra banale ma è così. Senon esiste questa unità di fondo, questo amalgama, i traguardi restano lontani". Compostella rafforza il concetto: "Ci sono percorsi da migliorare sul versante sanitario, su quello tecnico e su quello amministrativo.Dobbiamopercepire i bisogni di oggi e di domani, capire cosa serve, quali siano le priorità in relazione alla disponibilità di risorse, sapendo, cioè, che la torta è quella e resterà quella, non ci sono santi, per cuimaggioresaràla sintonia aziendale più risultati arriveranno. I dirigentidovrannoconfrontarsi fra loro su processi che coinvolgono più attori, e poi confrontarsi con la direzione, sapendo che di fronte non troveranno un organo autoritario ma un punto di riferimento per la pianificazione delle idee, per le decisioni da prendere insieme". Non solo il metodo di lavoro, la filosofia gestionale, ma anche gli atti quotidiani concreti. "Prolungheremo l'apertura del sabato della diagnostica radiologica, un servizio che abbiamo avviato su indicazione precisa del presidente Zaia. Per le liste di attesa siamo sulla buona strada, abbiamo già ottenuto buoni miglioramenti. E, poi, c'è un dato davvero significativo: nei primi mesi di quest'anno abbiamo registrato una netta riduzione delle fughe per la protesica ortopedica. Molti pazienti gravitavano su Cittadella e Castelfranco. Ora c'è stata una inversione di tendenza". Il dg Compostella segnala altri due elementi positivi: "L' emodinamica prosegue le sue metodiche di avanguardia con gli stent riassorbibili. Così pure l'urologia va avanti con la chirurgia robotica nel segno della qualità". C'è una cosa che sta molto a cuore a Compostella: "Per ogni segnalazione scritta o telefonica che riceviamo dai cittadini diamo una risposta scritta. La qualità percepita ha una sua particolare importanza. E' un tipo di cultura che mi porto dietro dai tempi dell'Arss. Devo dire, peraltro, che non si supera mai il limite del rispetto. Sono osservazioni e critiche mai gratuite, mai distruttive,ma fatte con un ottica propositiva. Anche questo prova come la fidelizzazione dei bassanesi versoil loro ospedale sia inaumento pur in un momento socialmente difficile. Non si spara sulla sanità ma c'è voglia di migliorare la struttura". Per il prossimo futuro due grandi sfide in base, anche, alle indicazioni regionali: migliorare l'accessibilità ai servizi serali e prefestivi, e applicare le nuove schedeospedaliere e territoriali. "Allungare i tempi di apertura significa tagliare le liste di attesa. Porteremo i giorni da 3 a 4. Ora dovremo valutare bene se il prolungamento serale debba andare fino alle ore 24 o se sia meglio fermarsi, visto il gradimento della gente, alle 22. C'è, poi, da proseguire il percorso del nuovo ospedale di Asiago. Ecisonodafare sceltesuservizi di carattere generale, come la ristorazione e il lavanolo, in coincidenza con le scadenze contrattuali".

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Dagli Usa ok al primo farmaco contro depressione post parto
L'adolescenza? Finisce solo a trent'anni
Il tè verde aiuta a lottare contro l'obesità
Giornata mondiale del sonno. Sondaggio: il colore può influire
Hai di fronte una sfida importante? Fai un bel respiro
Lo smog uccide più delle sigarette: 8,8 milioni di vittime all'anno
Vaccini: «Senza certificato, lunedì niente asilo per i bimbi»
Prova per la prima volta una protesi al braccio, l'emozione del bimbo: «Posso tenerla?»
Arresto cardiaco, evitabile una morte su tre. Denuncia del 118
È scritto anche nei geni se il tuo matrimonio sarà felice
Scolari iperattivi, arriva in Italia la "bici-banco"
Felicità è andare in bici, il mezzo di trasporto che dà più soddisfazione
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Il Project Financing: cos’è
Un aiuto ai bisognosi con il "cibo solidale"
Fibra ottica per l’Ospedale Unico
All’ULSS4 screening mammografico su misura
Gli esami effettuati: alcuni numeri
Tempi record per l’accordo
tra l’ULSS4 e l’INAIL
Radiologia di sera e il sabato
Integrazione lavorativa persone con disabilità
Accoglienza migliore nell’Ospedale Unico conivolontari dell’AVO
"Il mandato dei DG durerà cinque anni"
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Il Project Financing: cos’è
Un aiuto ai bisognosi con il "cibo solidale"
Fibra ottica per l’Ospedale Unico
All’ULSS4 screening mammografico su misura
Gli esami effettuati: alcuni numeri
Tempi record per l’accordo
tra l’ULSS4 e l’INAIL
Radiologia di sera e il sabato
Integrazione lavorativa persone con disabilità
Accoglienza migliore nell’Ospedale Unico conivolontari dell’AVO
Una nuova area bimbi nell’Ospedale Unico
Più accoglienza per le mamme
In casa e a tavola
Emergenza caldo: ecco come affrontarla
Insegnanti polacchi
in visita a Santorso
Traslochi: nessuno
spreco a Schio e Thiene
Ricetta elettronica e prenotazione degli interventi chirurgici
Per l’Alzheimer e altre demenze
BASSANO. Ulss: "Comprese le peculiarità del territorio"
"Noi e gli altri", dove
l’inclusione diventa realtà
Le sedi dell'iniziativa
Laboratori artigianali
di inclusione sociale
Per una presa in carico globale
Unapproccio innovativo alla disabilità
Il laboratorio di
genetica medica
Peri disabili gravi
c’è il Centro "Ancore"
Nuovo Centro Diurno, per mettere
sempre "La Persona al Centro"
Un aiuto concreto con "Il Raggio Verde"
Sanità più semplice
per i turisti in Croazia
A Bassano gli specialisti delle ulcere
Nuove tecnologie: arriva la telesanità
Due reti di telemedicina per le 4 ULSS
"La Regione ha premiato il ruolo di Vicenza"
Entro un anno le Ulss pagheranno i fornitori
"Il mandato dei DG durerà cinque anni"