Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 ottobre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Finestra sul mondo

05.02.2018

Manager di Fb: «Ho il cancro, non si può controllare tutto»

Nicola Mendelsohn (foto Facebook)
Nicola Mendelsohn (foto Facebook)

Avere un «male incurabile», un lavoro che ti porta in giro per il mondo, quattro figli, ma decidere al momento di «guardare e aspettare» piuttosto che curarsi con la chemioterapia. È la storia di Nicola Mendelsohn, 46 anni, vicepresidente di Facebook per l’Europa, Medio Oriente e Africa a cui un anno fa è stato diagnosticato un linfoma non Hodgkin: ha deciso di unire le forze sul social network aprendo una pagina per entrare in contatto con altri malati per non «sentirsi soli» e per aumentare la consapevolezza su una patologia non molto conosciuta.

«Spesso spiego alle persone come possono afferrare il loro destino, ed è dura ricordarsi che ci sono cose che non si possono controllare», dice Mendelsohn all’Independent, raccontando che la scoperta della malattia è avvenuta un anno fa ed è stata ovviamente traumatica.

La manager però ha deciso al momento di non curarsi perché le sue analisi del sangue sono regolari, monitora la malattia attentamente e in caso di peggioramento inizierà la chemioterapia e la radioterapia. 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1