Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Finestra sul mondo

17.07.2018

È la giornata dell'emoji, in un anno raddoppiati i cuori

Ad oggi sono disponibili oltre 2.800 "faccine"
Ad oggi sono disponibili oltre 2.800 "faccine"

C'è una emoji, un'emoticon, per tutto, anche per l'insalata. Addirittura la "faccina" che ride a crepapelle è stata eletta parola dell'anno 2015 dai dizionari Oxford. E a cadenza regolare ne sono disponibili sempre di più e delle più disparate a testimonianza di quanto sia diventato un'abitudine consolidata comunicare con le "faccine". Tanto che le emoticon hanno una loro Giornata mondiale che si celebra oggi, 17 luglio.

 

Ad oggi ne sono disponibili oltre 2.800 e non c'è tastiera o computer o sistema operativo, da iOS di Apple ad Android di Google, che non abbia le proprie emoji. A confermarne la popolarità è Facebook. Di tutte, quasi 2.300 sono usate sul social network. E il cuore è stato scelto il doppio delle volte rispetto all'anno scorso. Su Messenger, la chat di Facebook, oltre 900 milioni di emoji vengono inviate ogni giorno senza testo. In tutto il mondo. Capodanno è il giorno in cui ne vengono utilizzate di più.

 

Su Twitter ogni giorno vengono inviate circa 250 milioni di emoji. In Italia le emoticons più popolari sono la faccina che ride fino alle lacrime, il cuore  e l'emoji con i cuori al posto degli occhi. 

 

Di recente il consorzio Unicode, preposto all'approvazione, ne ha riconosciute 157 nuove che a valanga stanno per arrivare su chat e tastiere degli smartphone. Faranno il loro ingresso le emoji con le maschere da supereroi, l'aragosta, la zanzara e persino il microbo. In cucina le new entry sono il mango e la foglia d'insalata. Non mancano la cassetta del pronto soccorso e anche la carta igienica.

 

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1