Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

30.08.2018

Un robot amico aiuta
bimbi a interagire

Un robot amico aiuta bimbi a interagire
Un robot amico aiuta bimbi a interagire

Interagire con un robot può aiutare i bambini con la sindrome dello spettro autistico a sviluppare alcune capacità sociali, da un maggiore contatto visivo con l’interlocutore a una migliore attenzione mentre giocano. Questi sarebbero i primi risultati di uno studio preliminare che è stato pubblicato dalla rivista Science Robotics e condotto dall’università di Yale.

L’esperimento

I ricercatori hanno fornito a dodici famiglie, con un figlio autistico tra i 6 e i 12 anni, un tablet contenente cosiddetti “giochi sociali”, sviluppati appositamente, e una versione modificata di un robot commerciale che, chiamato Jibo, è stato programmato per guidare il bambino in queste attività interagendo direttamente.

Maggiore attenzione

Al termine di questo periodo, sono stati analizzati tutti i video delle sessioni di terapia svolte dai bambini con medici ‘in carne e ossa’. I ricercatori hanno così potuto verificare come si sia attuata una maggiore attenzione da parte dei pazienti, con contatti visivi più persistenti. “Questo suggerisce - spiega infine Scassellati - che l’interazione uomo-robot abbia il potenziale di aumentare anche quelle con le persone in alcune circostanze”.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1