Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
12 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

26.11.2015

Telegram batte
WhatsApp. Sicuro,
gratuito, veloce

Telegram batte WhatsApp
Telegram batte WhatsApp

I ragazzini smanettoni la chiamano la App degli spacciatori, che forse non sarà un buon viatico, ma sta a significare una cosa ben precisa: Telegram, il nuovo servizio di messaggistica inventato da due fratelli russi Durov è studiato per garantire la segretezza delle conversazioni. Per molti versi, l’applicazione è simile a Whatsapp (il colore dominante è l’azzurro non il verde), possiamo dire che i due fratelli su tutta una serie di funzioni e aspetti grafici hanno copiato il concorrente: consente infatti di condividere messaggi, foto, video, posizioni geografiche etc., ma introduce una serie di funzionalità che aumentano la privacy: Secret Chat, ad esempio, permette di scambiare messaggi criptati con un altro contatto, decidendo un tempo limite entro cui la comunicazione venga eliminata dai server. Telegram insomma nasce per essere un sistema che consenta agli utenti di comunicare velocemente, gratuitamente e in totale sicurezza, senza bisogno di pubblicità. L’installazione dal vostro market è molto rapida, pochi istanti e siete già pronti a chattare. E ora veniamo alle novità e alle migliorie rispetto a Whatsapp. Pur essendo una app progettata per telefonini con SIM, può funzionare anche su tablet senza SIM (Whatsapp no) basterà installarla, inserire il vostro numero di telefono e si inizia. La cosa non è di poco conto. L’interfaccia, come si diceva, per certi aspetti è identica a WhatsApp: conversazione a fumetti, possibilità emoticon, possibilità di inviare file audio, immagini, video, foto appena scattate o la posizione in cui vi trovate. Potrete inoltre inviare un qualsiasi file a vostro piacimento (massimo 1,5 Gb): una chicca che non è disponibile su WhatsApp. Al primo avvio dovrete indicare il vostro numero di telefono e in seguito il programma scansionerà la vostra rubrica alla ricerca di potenziali amici che usano Telegram. Inoltre ogni volta che un contatto installerà questo programma, riceverete una notifica. E’ a livello tecnico che si registrano le più importanti differenze. Prima di tutto, i criteri di sicurezza sono più rigidi visto che si possono scegliere due tipi di chat, quella normale e quella segreta. In quella segreta, invece, i messaggi vengono crittografati in modalità “end-to-end”. Inoltre i messaggi scambiati nelle chat segrete non sono conservati in alcun server e vengono autodistrutti. Telegram inoltre è completamente gratuito, permette di inviare file e può essere utilizzato in più dispositivi. Il numero massimo degli utenti in un gruppo è di 200 (100 in WhatsApp). Ora il problema principale di Telegram pare essere uno soltanto: il cosiddetto “switching costs”, ovvero la difficoltà a convincere gli amici a fare il passaggio, ma credemi, ne vale la pena.

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1