Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

02.07.2015

Rivoluzione per Messenger
la chat si sgancia da Fb

Rivoluzione per Messenger la chat si sgancia da Fb
Rivoluzione per Messenger la chat si sgancia da Fb

Facebook rivoluziona Messenger: per usare la chat incorporata al social network non servirà più essere iscritti alla piattaforma ma basterà registrarsi con il proprio numero di telefono, come accade per altri servizi come WhatsApp. La novità messa in campo dall’azienda di Mark Zuckerberg per ora riguarda solo Stati Uniti, Canada e Venezuela. Per contro chi avrà Fcebook non lo potrà più utilizzare per inviare messaggi ma dovrà scaricarsi la App. A 600 milioni di utenti Messenger può contare su oltre 600 milioni di utenti, mentre WhatsApp - sempre di proprietà di Facebook - ha raggiunto quota 800 milioni di utenti. Il disegno di Facebook per ora è quello di far crescere Messenger in maniera di-stinta da WhatsApp. All’ultimo Mobile World Congress di Barcellona l’azienda ha infatti introdotto una serie di novità, facendo diventare la chat una vera e propria piattaforma che ospita più di 40 applicazioni, permette gli acquisti online e lo scambio di soldi. Sì alle videochiamte Inoltre, sono possibili le videochiamate proprio come su Skype: l’opzione è stata lanciata i primi di maggio e in due giorni sono state effettuate oltre un milione di videochiamate utilizzando la copertura wi-fi oppure il proprio abbonamento dati. Whatsapp resta leader Nonostante la concorrenza Whatsapp resta attualmente l’applicazione di messaggistica più popolare e più usata al mondo: ha oltre 800 milioni di utenti attivi mensilmente che, secondo le previsioni di Zuckerberg, potrebbero raggiungere il miliardo entro il 2015. Per essere ancora più competitiva e guadagnare utenti da poche settimane ha aperto anche alle chiamate via Internet (Voip) sia su iPhone sia su dispositivi con sistema operativo Android. La notizia dello scorporo tra le due applicazioni è stata data da David Marcus, capo della divisione Messenger, il quale ha illustrato nel dettaglio i motivi della scelta. “Tutti noi abbiamo quel paio di amici che non sono ancora su Facebook e a questo punto si tratta decisamente di una minoranza – ha spiegato Marcus -, tuttavia “messaggiare” è un’attività talmente primaria ormai che non abbiamo rite-nuto giusto escludere qualcuno solo perché non ha un account Facebook”. Le eccezioni Ci sono comunque alcune eccezioni. Gli utenti che possiedono smartphone Android di fascia bassa con poca RAM non dovranno scaricare Facebook Messenger. Su Windows Phone e tablet ci sarà ancora la possibilità di inviare e ricevere messaggi all’interno dell’app Facebook. Infine, i messaggi rimarranno, per ora, all’interno di Facebook Paper, probabilmente fin quando non verrà rilasciata la versione per tablet..

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1