Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

24.05.2018

Corsa a ostacoli per Atlas
Il robot si allena e fa jogging

Corsa a ostacoli per Atlas. Il robot si allena e fa jogging
Corsa a ostacoli per Atlas. Il robot si allena e fa jogging

Corsa ad ostacoli per il robot Atlas: dopo i video che lo hanno reso celebre per le corse su terreni accidentati, come quelli di un bosco, il robot umanoide dell’azienda Boston Dynamics supera un tronco con un salto. Il segreto di questo robot umanoide alto 1,88 metri sono le ‘gambe’ più leggere rispetto alla versione precedente, ottenute con la stampa 3D, oltre alla vista stereo e ai sensori di rilevamento della distanza.

L’umanoide più agile al mondo

“Atlas sfrutta la stampa 3D per risparmiare peso e spazio e il risultato è un robot compatto, con un elevato rapporto fra resistenza e peso” ha scritto Boston Dynamics sul suo sito. Secondo l’azienda, il suo robot Atlas è l’umanoide più ‘agile’ al mondo e il sito specializzato Hot Hardware rileva che “Atlas sta diventando più fluido nei suoi movimenti: la sua andatura si sta avvicinando a quella di un essere umano”.

Jogging all’aperto

Nel video, il robot fa ‘jogging’ all’aperto: attraversa prati lisci e terreni accidentati e quando trova un tronco sul suo percorso non esita a fare un salto, per superarlo. Il considerevole passo in avanti delle abilità di Atlas non è sfuggito alla comunità online di esperti e appassionati di robotica. “I movimenti di Atlas - scrive il sito Interesting Engineering - sembrano naturali, poiché sono simili a quelli osservati nella maggior parte delle persone che fanno jogging”. Anche le braccia di Atlas durante la corsa oscillano in modo ‘naturale’, mantenendo il sistema in equilibrio”. Tuttavia, l’aspetto che ha davvero impressionato gli esperti è il salto: “con l’atterraggio perfettamente bilanciato dall’altra parte”.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1