18 febbraio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Il libro della mia vita

21.01.2019

La vita militare di Nisro
e la morte di bin Laden

La copertina del libro
La copertina del libro

CREAZZO

Partì con 30 colpi nel caricatore e tornò con 28: quelle due pallottole avevano scritto la storia mondiale.Dalle spiagge di San Diego fino alle rocciose montagne dell'Afghanistan e ai deserti sabbiosi dell'Iraq, passando per le colline boscose della Bosnia, Robert O'Neil racconta in "The operator" la sua storia di militare americano, e vi assicuro che non è assolutamente una storia da tutti: decidere di tentare di entrare nei navy seal, passare il corso di selezione e uccidere l'uomo più ricercato del mondo di quel momento a chilometri da casa!Robert nasce nel Montana nel 1976 e si arruola nella marina americana nel 1995, finisce la sua carriera militare nel 2012 dopo aver prestato servizio nelle basi di mezzo mondo. Ora lavora come consulente motivazionale ed è padre di due figlie. Nel libro racconta con un linguaggio molto fluido e con abbondanza di particolari la sua esperienza al "seal team six": oltre 400 pagine di forti emozioni che porteranno il lettore dietro all'oculare infrarossi dell'autore a chiedersi se dietro quella porta ci sarà ad aspettarlo la canna di un Kalashnikov oppure gli occhi di due bambini troppo spaventati e troppo piccoli per capire cosa sta accadendo.La narrazione, prettamente ambientata in ambito militare, non trascura affatto però la parte "civile": le preoccupazioni dei familiari, la vita dopo le missioni, la moglie che deve accettare che il proprio marito parta in qualunque momento per non si sa dove, ma anche le bevute colossali e le epiche sfide alla playstation tra i commilitoni e i vecchi amici di Butte, sua città natale. Definito dal Washington Times "un libro scioccante" è stato pubblicato in Italia nel 2017 dalla casa editrice Mondadori Nella sua vita militare Nisro, come lo chiamano i compagni, ha partecipato a più di 400 missioni soprattutto in Asia; nel libro vengono raccontate alcune di queste ma la più importante è di certo l'ultima, quella che lo porterà in quel compound pakistano, quella che lo renderà "un cazzo d'eroe".

Testo inviato dalla biblioteca di Creazzo

Antonio Gortenuti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1