Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 18 novembre 2018

Fantasia e tutto accade
Niente può sorprenderci

La copertina del libro

MONTECCHIO MAGGIORE

L'incantesimo del desiderio è il primo capitolo della collana "La Terra delle Storie", nata dalla penna dello scrittore americano Chris Colfer. Pubblicato solo nel 2012 in America, è diventato presto un best seller che ha raggiunto l'Italia l'anno dopo, nel 2013, grazie alla casa editrice Rizzoli.Il romanzo appartiene al genere fantasy per ragazzi e narra le magiche avventure di due formidabili fratelli gemelli: Alex, intelligente e razionale, e Conner, impulsivo e divertente. Tutto comincia il giorno del loro dodicesimo compleanno, quando ricevono in regalo dalla loro nonna un libro di fiabe davvero speciale, che li catapulta in un mondo spettacolare abitato dai personaggi delle fiabe. I due si troveranno coinvolti in un mare di imprese pericolose contro malvage creature, lupi e fuorilegge, ma con l'aiuto di inaspettati e alquanto buffi amici, come il Principe Ranocchio, Riccioli d'Oro e Cappuccetto Rosso, cercheranno la strada per tornare a casa. La lettura, semplice e scorrevole, e il linguaggio quotidiano conferiscono alla storia un ritmo veloce e incalzante, rendendo l'intero romanzo un alternarsi di suspense e colpi di scena. Nonostante le sue quasi cinquecento pagine, la grande bravura dello scrittore nel mescolare umorismo, paura e magia, fa sì che le pagine volino una dietro l'altra senza rendersene conto. Questo romanzo, adatto a tutti, senza limiti di età, è un intreccio delle più famose fiabe classiche, dove i personaggi vengono reinventati e mescolati tutti insieme, creando un mondo fantastico e incantevole. È una storia che trasporta e coinvolge il lettore fino alla fine, facendolo sognare, ridere e piangere. Ci insegna che con la fantasia tutto è possibile e tutto può accadere, che nulla è come sembra e che non si è mai troppo grandi per le fiabe della nostra infanzia. Un libro fresco e giovanile che non finirà mai di sorprendere, neanche dopo averlo riletto, come se fosse realmente la porta che si apre su un altro mondo dal quale non si vuole più andar via.

Testo inviato dalla Biblioteca di Montecchio Maggiore