22 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Il libro della mia vita

05.10.2018

Da una tragedia le radici
di una solida speranza

La copertina del libro
La copertina del libro

THIENE

È molto difficile esprimere quanto abbia significato per me leggere “I colori del buio” di Kathryn Erskine, un libro che non mi ha mai dato respiro, costringendomi ad amarne ogni singola parola, perché - a dispetto del titolo - mi ha illuminata dolcemente di coraggio e speranza, tanto da diventare per me un autentico compagno di crescita, un amico brutalmente sincero e insieme delicato. Le radici della speranza insita nel libro affondano in una tragedia. Virginia Tech University, 16 aprile 2007: una sola persona armata uccide, a colpi di pistola, 33 vittime. La sparatoria, che avvenne letteralmente sotto la casa della scrittrice, le fece concepire l’idea di questo suo primo romanzo, scatenando in lei un fiume inarrestabile di domande. Come può mai accadere una simile strage? E cosa si potrebbe fare per prevenirla? “I colori del buio” non spiega quali risposte abbia trovato l’autrice per mettere a tacere i suoi legittimi, incalzanti interrogativi. Getta però luce sulla reciproca comprensione, o meglio sul fatto che, se ci capissimo di più a vicenda, potremmo fare moltissimo per fermare la violenza che talvolta scaturisce dalla difficoltà di comunicare. Nella trama, a sembrare prigioniera di una gabbia di oscurità e silenzio è la piccola Caitlin, affetta da una forma di autismo, il cui mondo va in frantumi alla morte dell’amato fratello. Anche se figure a lei vicine lottano affinché si apra al mondo con rinnovata fiducia, è la bambina stessa a dover compiere un lungo percorso per abbattere quella barriera di diffidenza e ignoranza che la separa dal calore e dalla comprensione di cui ha bisogno. Con coraggio Caitlin riesce a trasformare in punti di forza quei lati del suo carattere che tutti reputavano dei limiti dovuti alla sua disabilità: la sua spietata lucidità, la sua disarmante maturità e la saggezza che cela nel cuore diventano risorse con cui può finalmente gettare luce nel buio che prima l’avvolgeva, fino a coglierne le inaspettate sfumature di colore.

Testo inviato dalla biblioteca di Thiene

Eleonora Lista
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1