Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

09.11.2014

Quante variazioni sull'oca. E sono tutti piatti intelligenti

Oca stracotta nel marzemino con polenta di farro
Oca stracotta nel marzemino con polenta di farro

Undici ristoratori accomunati dal marchio “Ristoranti dell'Oca” del Bassanese e fino ad Asolo propongono da oggi a venerdì 30 gennaio, una serie di serate enogastronomiche nel programma “Oca e Marzemin”. «La rassegna sta diventando ormai un appuntamento fisso per tanti appassionati - spiega Stefano Nardello, cuoco del Castello Superiore di Marostica e consigliere dell'Associazione provinciale ristoratori Confcommercio - Ci sono tante ricette della nostra tradizione che utilizzano questo ingrediente e che meritano di essere recuperate e valorizzate; spesso ci si ricorda dell'oca solo per il paté di foie gras. La carne d'oca infatti è prelibata e gradevole al palato ed ha una versatilità in cucina molto ampia».
La rassegna “Oca e Marzemin” è l'occasione per assaggiare gli gnocchi di fioretta su stracotto di oca, le pappardelle con farina di farro integrale, castagne, mele cotogne e sugo d'oca; l'oca confit su verze croccanti e salsa mele e rafano; l'oca al forno con le cipolle borettane; il prosciutto d'oca con chiodini marinati all'aceto di mele. O ancora: il risotto con broccolo di Bassano e stracci d'oca; l'oca stracotta nel marzemino con polenta di farro; la zuppa coada di oca su purea di sedano rapa, la tagliata d'oca con funghi barboni conditi e l'oca in onto con perla grigliata, mele arrostite e chiodini.
Sono sette le serate di gala organizzate per l'occasione. L'esordio tocca al Castello Superiore di Marostica, oggi a pranzo; venerdì 21 novembre è la volta della cena al Pulierin Enotavola di Bassano del Grappa; poi l'agriturismo Collalto di Molvena, giovedì 27 novembre; domenica 7 dicembre, cena alla trattoria Caissa di Marostica; venerdì 23 gennaio 2015, cena al ristorante Trevisani di Bassano; martedì 27 gennaio cena all'osteria Madonnetta di Marostica; e, infine, venerdì 30 gennaio, ore 20, serata a base d'oca al Ristorante La Rosina di Marostica.
A questi ristoranti si aggiungono, anche loro con menu speciali per tutta la durata della rassegna “Oca e Marzemin”, altri quattro locali: L'Angelo e il Diavolo l'osteria di Apo di Marostica; ristorante Al Pioppeto di Romano d'Ezzelino; ristorante Lunaelaltro di Marostica e villa Razzolini Loredan di Asolo. La diffusione dell'oca nel Nordest d'Italia è dovuta a vari fattori, tra cui la presenza di comunità ebraiche provenienti dall'Est Europa.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1