Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

07.02.2018

Non c’è carnevale
senza galani fritti
o dolci castagnole

Le frittelle, i “bomboloni” da luna park e sotto i galani
Le frittelle, i “bomboloni” da luna park e sotto i galani

Sono il dolce di carnevale per antonomasia, anche se alcune tipologie vengono preparate tutto l’anno, in Italia ce ne sono di tantissime varietà e il Veneto è una delle regioni con la maggiore tradizione. Stiamo parlando della frittella. La semantica della parola dialettale di frittelle “fritole”, sta a significare che venivano “frite”, fatte friggere, originariamente in grasso di maiale, perché l’olio era poco conosciuto. I galani in particolare sono nati a Venezia in epoca rinascimentale e riscossero da subito un incredibile successo al punto che furono nominate il dolce nazionale della Repubblica Serenissima, la regola era friggerli sottilissimi pochi secondi per lato. Ma non solo galani in laguna anche le frittelle, inizialmente si mangiavano quelle “alla veneziana” con le uvette e lo zucchero sparso in superficie, quelle alla crema e allo zabaione, da qualche anno però sono nate quelle alla Nutella, al pistacchio e in molte altre varianti anche non fritte, ma al forno se si vuole guardare anche alla linea. Le castagnole sono il dolce meno consumato della triade galani e frittelle, ma se fatte bene, morbide e fragranti valgono la pena. La tradizione vuole che si spruzzino di grappa prima di spolverarle con lo zucchero. Pillola di storia: l’origine è sicuramente antica, è stato trovato in un manuale di Viterbo del ‘700 con 4 ricette. Anche se oggi si mangiano tutto l'anno anticamente gli zaleti erano consumati solo a carnevale. Nati dalla tradizione contadina erano preparati un po’ con quello che capitava, ma ciò che ha dato loro il nome è la farina di mais che gli regala il colore giallo da cui prendono il nome. E ora veniamo alle frittelle del luna park, dalle nostre parti chiamati anche “bomboloni”. Bastano pochi ingredienti e avrete pronto un "peccato di gola sfizioso" che vi riporta subito ai parchi gioco o alle feste di paese. Le frittelle del luna park hanno un impasto soffice e semplice da preparare, sono dei cerchi che si gonfiano friggendo, speciali se consumati caldi cosparsi di zucchero. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1