Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

08.02.2015

L'intelligenza del brodo

Il brodo è prova d'intelligenza. Ecco quello di Giorgio Damini servito con i tortellini
Il brodo è prova d'intelligenza. Ecco quello di Giorgio Damini servito con i tortellini

Davanti al brodo ci si commuove. Perché è il piatto della tradizione per eccellenza, pietanza che fa salire a galla nella memoria i ricordi più personali. E a proposito del brodo, ci sono varie scuole di pensiero gastronomico. Il fiorentino Fabio Picchi, per esempio, proprio parlando alla Fondazione Zoé a Vicenza ha spiegato che mettendo la coda tra gli ingredienti il brodo diventa assolutamente speciale. Aimo Moroni, toscano di nascita e milanese di adozione, che ha tenuto a battesimo di recente il master della cucina, insiste sul fatto che il brodo è fondamentale per un risotto di qualità (e oggi pochi lo fanno buono, preferendo la scorciatoia del dado).
Dal canto loro, i fratelli Damini di Arzignano si sono chiesti quale tra i loro piatti rappresentasse di più la loro filosofia, e hanno scelto il brodo. Del resto, incarna il loro spirito: è innanzitutto sano perché fatto con ingredienti di prima qualità, ma anche intelligente - così lo definiscono - perché semplice, trasversale e protagonista della quotidianità di tutti. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Antonio Di Lorenzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1