Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 aprile 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

03.01.2018

Il Morellino di Scansano
con la bistecca di chianina

Il Morellino si abbina alla carne
Il Morellino si abbina alla carne

Un vino rosso dal colore rubino, profumi fruttati, buona freschezza e moderata tannicità, che nasce in una delle zone più incontaminate della Toscana dal vitigno tipico di questa regione: il Sangiovese (con percentuale minima dell’85% eventualmente integrata da uve locali a bacca nera, principalmente Canaiolo e Ciliegiolo). È il Morellino di Scansano DOCG il vino di cui mi occupo nell’Angolo del sommelier di questa settimana. L’area di coltivazione delle uve è la Maremma toscana, tra le valli del fiume Ombrone e del fiume Albegna. Questa zona, da un lato verso il Mar Tirreno e dall’altro verso il Monte Amiata e la parte interna, comprende interamente il comune di Scansano e parte dei comuni di Campagnatico, Grosseto, Magliano in Toscana, Manciano, Roccalbegna e Semproniano in provincia di Grosseto. Fondamentali per garantire equilibrata e adeguata maturazione degli acini sono la posizione dell’area dei vigneti (che beneficiano della brezza marina in grado di contrastare, nel periodo estivo, le elevate temperature diurne) e il clima (notevole escursione termica tra giorno e notte, in estate-autunno). Di questo vino è prevista anche la tipologia Riserva con colore rosso intenso tendente al granato, profumi di prugna e marasca ma anche di note speziate, nonché morbido e leggermente tannico al palato, con affinamento di almeno 26 mesi di cui dodici in botte.

ABBINAMENTI. La degustazione migliore è in accompagnamento ai prodotti del territorio: carne rossa di chianina cotta alla brace, come la classica bistecca alla fiorentina al sangue; i salumi, come gli insaccati di cinta senese DOP (Denominazione di origine protetta) antica razza suina; oppure i formaggi come il pecorino di Pienza, gli arrosti, i brasati, i crostini toscani, ma anche primi piatti al ragù di cinghiale.

PROPOSTE. Come di consueto cerchiamo di proporre vini che abbiano un adeguato rapporto qualità-prezzo. Si inizia con il Morellino di Scansano DOCG Poggio Brigante 2016 dell’omonima Azienda Agricola di Magliano in Toscana, che al naso si presenta con note di fragola e lampone, mentre al palato è equilibrato: abbinamento con salumi. Equilibrato e con una certa struttura il Morellino di Scansano DOCG 2014 Riserva della Fattoria Le Pupille di Grosseto, Sangiovese al 90% e Cabernet Sauvignon al 10%: abbinamento con la tagliata di chianina. Il Morellino di Scansano DOCG Riserva “Calestaia” 2010 dell’Azienda Agricola Roccapesta di Scansano, Sangiovese in purezza, ha profumi complessi tra cui confettura di more e prugne secche; avvolgente sensazione al palato: abbinamento con fagiano in umido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUNORIG
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1