Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

08.08.2018

Il corso per cuochi
ha già “sfornato”
sessanta lavoratori

Una lezione pratica durante un’edizione del corso per cuochi
Una lezione pratica durante un’edizione del corso per cuochi

I circa 60 cuochi formati nelle precedenti edizioni sono oggi in gran parte impiegati nel settore del food, dall’alta cucina alla ristorazione collettiva, quindi in ristoranti, trattorie, pizzerie, tavole calde, aziende di catering. Si annuncia quindi con ottime prospettive il quarto corso a qualifica regionale di cuoco, che avrà inizio l’8 ottobre. L’organizzazione è a cura dell’Università del gusto di Vicenza, che opera nella formazione food per conto della Confcommercio, andando incontro all’esigenza di preparare personale pronto all’inserimento aziendale. La proposta è dedicata a chi ha interesse ad acquisire le competenze per svolgere un mestiere altamente richiesto nell’ambito della ristorazione, oltre che a poter contare su un attestato di qualifica professionale rilasciato dalla Regione, valido a livello europeo e anche come abilitazione alla somministrazione e vendita di alimenti e bevande (ex Rec). Il programma prevede 300 ore di lezione al Centro formazione Esac di Creazzo, tra cucina, laboratori di panetteria, pasticceria, pizzeria, igiene e sicurezza degli alimenti, storia dell’enogastronomia, sommellerie, food cost, inglese; più altre 300 ore di stage in ristoranti e aziende delle ristorazione del territorio, selezionate da Esac. I partecipanti dovranno sostenere la prova pratica d’esame per il rilascio dell’attestato di qualifica. Tra i docenti lo chef Alessio Bottin veronese, con un grande bagaglio di esperienze acquisite nelle cucine di tutto il mondo, ora imprenditore, chef e consulente di catering&banqueting; e lo chef vicentino Alberto Basso, del ristorante Trequarti di Grancona, che fa parte della prestigiosa associazione JRE – Jeunes Restaurateurs d’Europe, che riunisce i migliori giovani ristoratori della penisola. Le opportunità di inserimento lavorativo, secondo le statistiche elaborate da Esac Formazione-Confcommercio Vicenza, sono consistenti: l’87 per cento dei corsisti ha trovato un lavoro entro 6 mesi dall’attestato di qualifica. Il settore food continua a chiedere personale qualificato: secondo la Fipe, la Federazione italiana pubblici esercizi, sono circa 50 mila a livello nazionale i cuochi, camerieri e baristi dei quali le imprese del settore avrebbero bisogno per la stagione estiva, ma che fanno fatica a trovare. Spesso c’è molta difficoltà a reclutare personale con le competenze necessarie. Il gap è comune da nord a sud del Paese e conferma come, anche nel settore della ristorazione, la formazione sia un elemento fondamentale per trovare occupazione. Le informazioni e il modulo d’iscrizione al corso cuoco dell’Esac sono disponibili sul sito dell’Università del gusto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1