Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

09.12.2015

Gli oscar
di Breganze

Torresano allo spiedo, piatto tipico del breganzese
Torresano allo spiedo, piatto tipico del breganzese

Una sala affollata di appassionati e oltre 500 bicchieri ad accogliere gli “ori” di Breganze: sono i numeri della serata di presentazione dei vini che hanno ottenuto i più alti punteggi dalle guide enologiche. A Breganze, nella sala del benvenuto della cantina Maculan si sono riuniti i soci della Fraglia del Torcolato, presieduta da Franca Miotti, con amici e simpatizzanti ad ascoltare i produttori dei migliori vini dell'anno. Una sorte di "notte degli Oscar" con la sfilata dei protagonisti non sul tappeto rosso ma a raccontare, con il bicchiere in mano, le trepidazioni e le soddisfazioni nella creazione di un vino: la potatura, la cura della vigna, la vendemmia i primi assaggi e poi la gioia per i tre bicchieri, le eccellenze, le super tre stelle o gli altri premi.

Nell'arco collinare da Thiene a Bassano si fanno ormai da molti anni dei grandi vini e i presenti hanno avuto modo di assaggiare queste gemme. La parte del leone è stata fatta dall'uva Vespaiola con ottimi risultati a Breganze e a Bassano sia nella versione tranquilla, sia in quella con le bollicine, con il trionfo del passito che diventa Torcolato. Il nome ricorda che i grappoli di uva vengono intrecciati (intorcolati) e appesi alle travi delle soffitte ad appassire fino a gennaio inoltrato. Cabernet e Merlot sono invece i premiati vini rossi, gli aromi di piccola frutta rossa: prugna, mirtillo accompagnati da spezie come caffè, vaniglia e cacao escono dal bicchiere e deliziano il naso. In bocca armonia, potenza e morbidezza sono le sensazioni dominanti, pronte a scatenarsi nei prossimi incontri natalizi. Quattro i vini dolci che hanno convinto i critici nazionali e così il medagliere del Torcolato si arricchisce ancora e si posiziona bene nel panorama nazionale dei vini da fine pasto. Queste sono le cantine artefici del successo: Beato Bartolomeo, Cà Biasi, Guerrino Vitacchio, Col Dovigo, Firmino Miotti, Maculan, finendo nelle due belle realtà bassanesi di Contrà Soarda e Due Santi. Undici sono i vini , come una squadra di calcio a formare una "nazionale" dell'Alto vicentino pronta a entrare in campo per sostenere l'orgoglio del nostro territorio.

Ecco i riconoscimenti e i vini degustati. Breganze D.O.C. Vespaiolo Spumante Brut 2012 Cantina B. Bartolomeo – Diploma di Gran Menzione Concorso Enologico Vinitaly 2015. Breganze D.O.C. Vespaiolo 2014 - Col Dovigo - Golden Star Vini Buoni d’Italia 2016. Breganze D.O.C. Vespaiolo 2012 Vignasilan - Vignaioli Contrà Soarda – Eccellenza Guida Vini D’italia Espresso 2016. Fratta I.G.T. Veneto 2013 Maculan – Super Tre stelle Guida Oro I Vini di Veronelli 2016. Breganze D.O.C. Merlot Bosco Grande 2012 Cantina B. Bartolomeo - Gold Medal Mondial du Merlot Swiss 2015. Crosara I.G.T. Veneto 2012 Maculan – 5 grappoli Bibenda 2016. Breganze D.O.C. Cabernet 2012 Due Santi – Vigneto Due Santi- Tre bicchieri Guida Gambero Rosso 2016. Veneto IGT Dindarello 2012 Maculan – Miglior dolce Annuario 2015 Luca Maroni. Breganze D.O.C. Torcolato 2011 Cà Biasi – Gran Medaglia d’oro Selezione del Sindaco 2015. Breganze D.O.C. Torcolato 2010 Vitacchio Cav. Guerrino – Quattro Viti Ais Guida Vitae 2016. Breganze D.O.C. Torcolato 2007 Miotti Firmino – Eccellenza Guida Vini D’italia Espresso 2015.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1