24 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

24.10.2018

Colli Berici d’eccellenza
Un brindisi a Tre Bicchieri

Brindisi con i vini dei Colli Berici
Brindisi con i vini dei Colli Berici

Tre Bicchieri del Gambero Rosso all’azienda Dal Maso con il Casara Roveri Merlot 2015 Colli Berici DOC, unico Tre Bicchieri della provincia di Vicenza. In più la doppietta di Corone, la massima valutazione dei Vini Buoni d’Italia, per Tai Rosso Thovara 2015 di Piovene Porto Godi e Tai Rosso Doc Colli Berici 2016 Giannitessari. A questi si aggiungono i Quattro rosoni di Vinetia per ben otto vini dei Colli Berici: Dal Maso con Tai Rosso Colpizzarda 2015, Casara Roveri Merlot 2015 e Tai Rosso Montemitorio 2016, Piovene Porto Godi con Cabernet Pozzare 2015, Cavazza con Cabernet Cicogna 2015, Inama con Bradisismo 2015, PuntoZero con Dimezzo 2015, Giannitessari Colli Berici rosso Pianalto 2014. Infine per Vitae i Quattro Tralci al Tai Rosso Colpizzarda 2015 di Dal Maso. Un grande successo, come confermato dalle guide, per i più significativi prodotti enologici del territorio valorizzato dal Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza e Strada Vini Colli Berici, come avvenuto con la manifestazione Gustus Vini e sapori dei Colli Berici. Una manifestazione conclusasi con numeri in crescita. «Le terre dei vini Colli Berici e Vicenza - commenta Giovanni Ponchia, direttore del Consorzio - si confermano adatte a grandi rossi come dimostrano i risultati delle ultime guide. Merlot, Tai Rosso e Cabernet sono le varietà premiate che identificano perfettamente i luoghi in cui questi prodotti enologici nascono». Varietà che durante i giorni di Gustus Vini e sapori dei Colli Berici, con manifestazione dal 13 al 15 ottobre scorsi a Barbarano, sono state protagoniste non solo nei banchi di assaggio dei produttori ma anche di degustazioni guidate. In particolare nel primo giorni di eventi è stato proposto “Colli Berici tra i grandi del mondo”, confronto con i rossi delle più importanti zone vitivinicole al mondo ovvero Napa Valley, Cile, Châteauneuf-du-Pape e Bolgheri. «Quello che è emerso - sottolinea Gianni Fabrizio della Guida Vini Gambero Rosso che ha condotto la degustazione - è che i vini dei Colli Berici non hanno affatto sfigurato. Abbiamo preso quelli che sono considerati tra i più grandi vini nel mondo e li abbiamo messi in degustazione cieca comparata. In alcune situazioni, grazie alla loro freschezza, i vini dei Colli Berici hanno addirittura dato l'idea di una beva maggiore e di una conservabilità superiore». Tra le altre degustazioni ci sono state la verticale “Tai Rosso alla prova del tempo”, “I Colli Berici visti da Vinetia - Guida ai vini del Veneto” e, in chiusura nell’ultimo giorno di manifestazione, “I Colli Berici tra vigne e Ville Palladiane”. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1