Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
12 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

11.04.2018

Bianchi di Bassano
freschi e croccanti
preparano all’estate

Alcuni invitanti mazzi di asparagi bianchi di Bassano Dop
Alcuni invitanti mazzi di asparagi bianchi di Bassano Dop

Segna ufficialmente l’ingresso nel pieno della primavera rigogliosa, quella dei profumi, delle giornate di sole accecante, che introducono all’ estate. Questo ovviamente per la maggior parte dei comuni mortali, per i vicentini invece, ma a maggior ragione per i bassanesi e Comuni limitrofi, rappresenta invece l’ arrivo tanto atteso di una delle prelibatezze che non possono mancare sulle tavole da aprile a maggio. L’avrete già capito, stiamo parlando dell’ asparago bianco di Bassano Dop che, per chiamarsi così, deve essere coltivato nei Comuni di Bassano appunto, Cartigliano, Cassola, Mussolente, Pove del Grappa, Romano d’ Ezzelino, Rosà, Rossano Veneto, Nove, Tezze sul Brenta e Marostica. Anche se i puristi sostengono che gli asparagi bianchi di San Zeno (dove tra l’altro si tiene la tradizionale sagra), siano quelli di qualità migliore. In realtà tutta zona Dop è particolarmente vocata alla produzione dell’asparago e quello che conta è soprattutto che il prodotto sia freschissimo (andrebbe mangiato massimo due giorni dopo il taglio non di più), che la punta sia chiusa e bianca e non abbia iniziato un accenno di fioritura (significa che l’asparago è stato colto che ancora non ha raggiunto la luce). Provate a mangiarli il giorno stesso del raccolto e vi renderete conto della differenza: li gusterete dolci, profumati e croccanti. Una autentica goduria. Per capire se sono realmente freschi basta guardare il lato reciso, se è di colore bianco e umido sono freschi, se vira sul giallognolo ed è secco, significa che è un asparago tagliato da più giorni, non acquistatelo. Non a caso il disciplinare della Dop prevede che lunghezza sia tra i 18 e i 22 centimetri, con un diametro centrale minimo di 11 millimetri, che siano dritti e senza “ferite”, con l’apice serrato, teneri e non legnosi, di aspetto e odore freschi. Costituiti principalmente da acqua, hanno poche calorie: 24 per 100 gr, ideali per le diete. Contengono vitamina C e Folati (indicati per il sistema nervoso), sono diuretici e depurativi e riducono la pressione, antiossidanti e antinfiammatori. • AL.TO.

AL.TO.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1