Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
venerdì, 21 settembre 2018

Vota il "vicentino" del mese

In alto Rosso e Thorne; sotto Battaglin e Masciadri

L’uomo della porta accanto, affidabile, disponibile e sempre pronto a dare una mano. È il profilo che ha consentito ad Emilio Giorio, custode del teatro Olimpico, di sbaragliare la concorrenza di nomi illustri vincendo la sfida di aprile del “Vicentino del mese”, l’iniziativa lanciata dal Giornale di Vicenza per valorizzare le migliori personalità della città. A conferirgli il titolo il 47 per cento di lettori del GdV che hanno voluto rendere merito al sangue freddo del custode. Giorio, in tre anni, ha salvato ben due vite. La prima volta il 5 marzo 2015, poi lo scorso 10 aprile, il custode ha contribuito, con un defibrillatore, al salvataggio di due uomini colti da arresto cardiaco, un turista settantenne nel primo caso, un collega nel secondo. Staccato di qualche punto Federico Benetti: il capitano della Migross Asiago di hockey su ghiaccio ha raccolto il 42 per cento delle preferenze. Si sono fermati, invece, rispettivamente al 5 e al 6 per cento, i “big” Alessandro Baricco e Marco Goldin.

 

VOTA IL SONDAGGIO 

 

Da oggi a fine giugno, con un “click” alla sezione “sondaggi” del sito web del Giornale di Vicenza, potrà essere votata una nuova rosa di candidati: in gara come “Vicentino del mese” di maggio ci sono Renzo Rosso, il patron di Diesel, simbolo dell’imprenditorialità e della creatività made in Veneto per il brand famoso in tutto il mondo e neo salvatore del Vicenza Calcio; Enrico Battaglin, il ciclista di Molvena vincitore il 9 maggio della quinta tappa del Giro d’Italia, dopo le medaglie ai Giri del 2013 e del 2014; Kip Thorne, premio Nobel per la fisica ad ottobre assieme a Rainer Weiss e Barry Barish per la scoperta delle onde gravitazionali, ospite del gruppo Astrofili di Schio il 24 maggio; Raffaella Masciadri, la capitana del Famila Schio basket che ha condotto le compagne di squadra alla vittoria del nono scudetto, il 13 maggio, portando la società sulla vetta d’Italia.