Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

16.06.2013

Cane perso nei boschi. Dopo 6 giorni Lucky lo trova

Roki, il disperso. S.D.C.
Roki, il disperso. S.D.C.

Un cane sperduto nei boschi per sei giorni ed un cane eroe che l'ha ritrovato sono i protagonisti della movimentata vicenda, fortunatamente conclusasi con un lieto fine, avvenuta nei giorni scorsi tra le colline turritane. Un giovane residente nella zona centrale del paese una sera, all'incirca ad ora di cena, era uscito per fare una passeggiata con il suo amico a quattro zampe Roki, un bastardino a pelo corto adottato qualche anno prima tramite il canile. Volendo fare quattro passi nella natura, si era avventurato lungo la valle di Riolo, dove si era intrattenuto forse un po' troppo ritrovandosi senza rendersene conto avvolto dal buio della notte. Ha quindi richiamato il cane per dirigersi verso casa, ma nonostante l'insistenza non tornava. Il giovane dopo un po' si è accorto che Roki era finito in un anfratto tra le radici di alcuni alberi caduti, ricoperte di rovi, e che era rimasto impigliato. Vani i tentativi di liberarlo, a causa della difficile posizione e soprattutto dell'oscurità che li avvolgeva e che rendeva pressocchè impossibile qualsiasi manovra liberatoria. A quel punto il ragazzo ha deciso di rimandare il salvataggio alle prime luci dell'alba del giorno seguente. E così ha fatto, solo che non si ricordava più di preciso il luogo dove l'animale era rimasto incastrato, forse confuso dall'oscurità della sera prima. Ha quindi deciso di chiedere aiuto ad alcuni residenti della zona che hanno contatti con le associazioni animaliste.  Per cinque giorni una decina di volontari agguerriti, tra associazioni Enpa di Arzignano, Park & Forest Ranger e abitanti del posto, si sono mobilitati passando a tappeto i boschi di Riolo, senza però riuscire a trovarlo. E nel frattempo si temeva per la sopravvivenza dell'animale, viste le pessime condizioni meteo, unite all'assenza di cibo e acqua. Visto che le ricerche “umane” non davano frutto, la mattina del sesto giorno una residente della zona, Monica Scapin, è partita con il suo pastore tedesco di quattro anni, Lucky, alla volta del bosco. Grazie al suo fiuto sopraffino, nel giro di una mezz'ora cane e padrona sono arrivati alla buca dove Roki, ormai esanime, aspettava di essere salvato.  Impaurito e dimagrito, il bastardino è stato liberato dai rovi e poi riconsegnato ai suoi proprietari. Ad attenderlo c'era la sua padroncina, che l'ha riabbracciato in lacrime. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Ceredo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1