Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

A tu per tu con AIM

05.08.2016

Caserma Del Din
Operazioni coordinate
sulle reti elettriche

AIM Servizi a Rete e il Comando USAG Italy rafforzano ulteriormente la loro collaborazione: in occasione delle recenti operazioni che hanno interessato la rete elettrica cittadina, anche la Caserma "Del Din" è stata coinvolta indirettamente nella messa in servizio della rete a 132.000 Volt, necessaria per il collegamento delle cabine primarie di AIM che avranno complessivamente una potenza installata di 303 MW. Nello specifico, durante i numerosi e delicati passaggi in cui si interveniva nell’assetto di rete e per consentire le lavorazioni in sicurezza, AIM Reti e il Comando USAG si sono interfacciati cercando di armonizzare in ogni fase le rispettive esigenze. La Caserma "Del Din" infatti, produce energia elettrica da fonte rinnovabile per 3,5 MW e ha una sofisticata centrale di cogenerazione, a basso impatto ambientale ed altissima efficienza, per una potenza complessiva di 5,2 MW.

Per pianificare e prevedere gli spostamenti del carico elettrico, anche nell’ipotesi di scenari negativi, come eventi climatici o impiantistici più sfavorevoli, sono state attuate innovative configurazioni di rete, predisponendo nel contempo eventuali piani di emergenza da mettere in atto al bisogno.

Nell’ambito di queste operazioni, AIM ha condiviso le informazioni con il Comando americano, studiando congiuntamente le azioni utili a scongiurare teoriche ripercussioni sulla rete, provvedendo quindi ad alimentare autonomamente una parte dei consumi della caserma stessa.

Queste fasi di assestamento della rete, hanno rappresentato una interessante occasione per testare la centrale di cogenerazione statunitense interconnessa con la rete AIM, che ha ovviamente superato senza problemi la prova a pieno carico e con una durata di funzionamento decisamente prolungata, proprio al fine di simulare le più estreme condizioni sfavorevoli.  

 

Nella foto, Il capitano Marco Specchia, ufficiale di collegamento del comandante italiano della base tra, da sinistra, Silvano Cavaggion e Roberto Bottin di AIM Reti, con i tecnici USAG Mauro Martini, Giovanni Zanon e Thomas Raffaello, e i dipendenti del comando US Army Garrison Italy, Direzione Public Works.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1